Il 1 settembre il Ministro Catania a “Spazioumbria” di Città di Castello - Tuttoggi

Il 1 settembre il Ministro Catania a “Spazioumbria” di Città di Castello

Redazione

Il 1 settembre il Ministro Catania a “Spazioumbria” di Città di Castello

giovedì, 30/08/2012 - 15:13

Condividi su:


Il 1 settembre il Ministro Catania a “Spazioumbria” di Città di Castello

Sarà presente anche il ministro delle politiche agricole e forestali Mario Catania al convegno, promosso dall’assessorato regionale all’agricoltura, sul tema “Costruire il futuro, difendere l’agricoltura dalla cementificazione”, che si terrà sabato 1 settembre (ore 17) a Palazzo Vitelli di Città di Castello all’interno dello “Spazioumbria”, nell’ambito del Festival delle Nazioni. All’iniziativa interverranno la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, gli assessori regionali all’agricoltura, Fernanda Cecchini, e all’ambiente, Silvano Rometti, il sindaco di Città di Castello, Luciano Bacchetta e Giuliano Giubilei, presidente del Festival delle Nazioni.
“La presenza del Ministro Catania a Città di Castello – ha detto l’assessore regionale all’agricoltura Fernanda Cecchini – evidenzia il prestigio ormai acquisito dal Festival e sottolinea quel binomio fra agricoltura e cultura, universalmente riconosciuto come tratto saliente di questa parte dell’Umbria. Il convegno si presenta dunque – per l’assessore – come una occasione di confronto culturale e di approfondimento qualificato su temi di forte attualità, come quello della salvaguardia dell’ambiente e dei territori vocati all’agricoltura, entrambi fattori distintivi dell’Umbria e del suo paesaggio. Ciò anche in considerazione del fatto – ha proseguito Cecchini, che lo stesso ministro ha recentemente presentato un disegno di legge sul consumo del suolo, un problema che deve costituire una priorità da affrontare e contrastare. L’incontro con Catania, a cui sono state invitate le Associazioni regionali e nazionali degli agricoltori, sarà anche l’occasione per approfondire le dinamiche e le problematiche che investono il mondo agricolo umbro, dalle produzioni alla zootecnia, alla viticoltura, al tabacco ed alle misure di sostegno che possono essere attivate, anche in considerazione dell’impatto nefasto che abbiamo registrato in Umbria sull’intero comparto a causa della siccità”.


Condividi su:


Aggiungi un commento