Gubbio, la sicurezza stradale arriva a Palazzo Donini. Vinti: "necessaria la sinergia istituzionale" - Tuttoggi

Gubbio, la sicurezza stradale arriva a Palazzo Donini. Vinti: “necessaria la sinergia istituzionale”

Redazione

Gubbio, la sicurezza stradale arriva a Palazzo Donini. Vinti: “necessaria la sinergia istituzionale”

Lun, 15/10/2012 - 20:38

Condividi su:


Alessia Chiriatti

Si è tenuta stamattina alle 10.30 presso la Sala Fiume di Palazzo Donini a Perugia la conferenza stampa di presentazione del progetto di Educazione alla Sicurezza Stradale “Guida la Via – il Senso della Vita e la Sicurezza Stradale”, ideato e realizzato dall’Associazione Elisabetta Barbetti – ONLUS in collaborazione con tutte le scuole di ogni ordine e grado del comune di Gubbio con la ASL 1, l’ACI – Perugia, la Compagnia Carabinieri di Gubbio e la Polizia Stradale di Perugia e con il patrocinio del Comune di Gubbio, della Provincia di Perugia, della Regione Umbria. Presenti alla conferenza anche l'Ispettore Capo della Polizia Stradale di Città di Castello, Stefano Vinti e Luciano Della Vecchia, rispettivamente Assessore Regionale e Provinciale alla Sicurezza Stradale, ed infine il presidente di Aci Perugia Di Giordano.

Le istituzioni – All'apertura dell'incontro Stefano Vinti ha voluto esprimere il suo plauso per un'iniziativa del genere, in particolare a fronte dell'assenza a livello regionale di una legge quadro che si occupi specificamente della sicurezza stradale. “Le istituzioni guardano con interesse alle attività di tutte le associazioni impegnate nel sociale – ha affermato Vinti. “Si tratta dunque di incoraggiare la capacità programmatoria, così come gli interventi educativi sul piano scolastico e non. Gubbio ha assunto da questo punto di vista un ruolo esemplare tra tutte le realtà impegnate nelle attività per la sicurezza stradale sul territorio, arrivando a coinvolgere centinaia di ragazzi”. Vigili Urbani e sicurezza stradale sono ovviamente al centro del dibattito, così come nell'intervento di formazione e di educazione che “ha assunto una forma anche qualitativa per la formazione di un currivulum specializzato per i giovani, poi oggetto di una verifica attenta da parte delle istituzioni: l'Umbria – ha continuato Vinti – può così avere dei punti di riferimento come regione ed un originale punto di vista sulla faccenda”.

L'iniziativa – Venerdì scorso il gruppo di lavoro preposto dalla giunta regionale, con il mandato specifico di indagare sulla sicurezza stradale, ha messo in evidenza come sia giusto strutturare l'intervento a livello regionale sulla sicurezza stradale. Vigili urbani e polizie di stato, Aci e associazioni preposte a questo compito si sono impegnate in tal senso, per sensibilizzare verso la guida sicura. Anche se non si può conoscere con esattezza l'efficacia dell'intervento, l'Umbria è avanti anche grazie alla realtà di Magione con il suo autodromo. La bozza di legge avvia un percorso, un primo intervento a carattere stradale di cui la regione si è dotata. La finalità è quella di mettere in sinergia le varie istituzioni pubbliche che si occupano di sicurezza stradale anche per riqualificare la spesa e costruire un rapporto con le associazioni e con i privati che vi intervengono. Un intervento necessario se si pensa a quale sia il costo delle vite umane che ogni anno si perdono per strada.

Riproduzione riservata

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!