Gubbio: fatture occultate da un imprenditore del luogo - Tuttoggi

Gubbio: fatture occultate da un imprenditore del luogo

Redazione

Gubbio: fatture occultate da un imprenditore del luogo

Mer, 19/09/2012 - 16:08

Condividi su:


I militari della Tenenza di Gubbio hanno concluso una verifica nei confronti di una ditta del posto, scoprendo che il titolare evadeva il fisco.
Le indagini, condotte attraverso l’esecuzione di controlli incrociati e l’invio di questionari a clienti e fornitori della ditta, hanno permesso di ricostruire considerevoli ricavi che non trovavano riscontro nella contabilità esaminata in quanto, pur documentati da regolari fatture di vendita, in tutto 86, gli stessi tuttavia non venivano dichiarati al fisco. Allo stesso modo è stato possibile far emergere costi d’esercizio, che, formalmente relativi ad acquisti di beni da parte di alcuni fornitori operanti in Emilia Romagna, tra cui anche 2 evasori totali, quindi sconosciuti al fisco, di fatto comprovavano unicamente operazioni inesistenti.

Al termine delle operazioni ispettive, la titolare della ditta verificata è stata denunciata all’Autorità Giudiziaria di Perugia per le ipotesi di reato di “dichiarazione fraudolenta mediante utilizzo di fatture per operazioni inesistenti per gli anni 2007, 2008 e 2009”, “dichiarazione infedele per gli anni 2008 e 2009, e “occultamento di 86 fatture di vendita emesse nell’anno 2007, 2008 e 2009”.

Contestualmente sono stati segnalati all’A.G. per violazione anche 8 fornitori della ditta verificata ritenuti responsabili dell’emissione di 34 fatture attestanti operazioni oggettivamente inesistenti emesse negli anni 2007 e 2008. Alcuni di loro,tra l’altro interessati da specifici questionari restituiti con risposte non veritiere, sono stati altresì segnalati.

Complessivamente l’attività ispettiva ha permesso di segnalare all’agenzia delle entrate per il recupero ad imposizione ricavi pari a Euro 1.025.323, costi indeducibili pari a Euro 254.971 e un’Iva dovuta pari a Euro 257.048.
E’ stata avanzata proposta all’Ufficio finanziario competente per l’adozione delle misure cautelari, mentre per i profili implicanti responsabilità penali è stata proposta all’Autorità Giudiziaria l’applicazione del sequestro preventivo per somme equivalenti.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!