“Gualdo Tadino Trans Bike”, scoprire bellezze del territorio in bici attraverso 5 percorsi

“Gualdo Tadino Trans Bike”, scoprire bellezze del territorio in bici attraverso 5 percorsi

Presciutti presenta il progetto “che ha l’obiettivo di sviluppare il turismo ambientale e rappresenta un’ulteriore opportunità di promozione”

share

E’ stato presentato ieri (giovedì 27 luglio), nella Sala Consiliare del Municipio, “Gualdo Tadino Trans Bike”, progetto voluto dall’Amministrazione comunale su proposta del GS AVIS Gualdo Tadino e dello Sci Club Valsorda “R. Matarazzi”, inserito nel “Master Plan dell’Area Eugubino-Gualdese” 2014 e realizzato dall’Agenzia Forestale della Regione dell’Umbria in collaborazione con i gruppi ideatori.

Ad illustrare l’iniziativa erano presenti il sindaco Massimiliano Presciutti, l’assessore all’Ambiente Michela Mischianti, Mara Loreti del GS AVIS Gualdo Tadino ed Ezio Menichetti dell’Agenzia Forestale della Regione Umbria.

Dopo qualche buon anno di lavoro – ha sottolineato Presciuttisiamo in grado di presentare questo progetto, che prevede percorsi ciclabili in tutti il nostro splendido territorio dell’Appennino Umbro-Marchigiano centro-settentrionale, pensato per gli appassionati di ciclismo e non. Un lavoro che ha visto il GS Avis e lo Sci Club Valsorda ideatori dei percorsi, e che si è tradotto in realtà grazie ad un finanziamento proveniente dalla Regione. Un progetto che ha l’obiettivo di sviluppare il turismo ambientale e rappresenta un’ulteriore opportunità di promozione sia per i Comuni facenti parte del progetto, di cui Gualdo Tadino è capofila, sia per le attività economiche presenti nel territorio”.

Gualdo Tadino Trans Bike è un tracciato per mountain bike della fascia dell’Appennino Centro-Nord, di circa 175 chilometri che è stato tracciato tra i monti di Gualdo Tadino, Nocera Umbra, Casacastalda, Fossato di Vico, Fabriano e Sigillo. Seguendo la segnaletica e/o la traccia GPS, i ciclisti frequentatori, zaino in spalla, lo percorreranno e utilizzeranno le strutture ricettive che incontreranno lungo il percorso. L’intero tracciato, che parte da Gualdo Tadino e si conclude nella stessa Gualdo, è stato segnalato con cartelli bianco/rossi che indicano e confermano il percorso e con grandi cartelli turistici nell’attraversamento di strade provinciali.

Cinque sono i percorsi differenti e percorribili che variano in base a tracciati, lunghezza, difficoltà, tempo di percorrenza. Sono state già progettate anche delle maxi bacheche da apporre nei Comuni attraversati per la promozione del Turismo ambientale. E’ stato realizzato un depliant con la descrizione delle tappe, mettendo anche in evidenza le bellezze naturalistiche, architettoniche del territorio. Informazioni dettagliate sui posti tappa, rappresentati da alberghi, agriturismi e B&B. L’augurio dei volontari che sono stati impegnati dal 2013 intorno a questo progetto, è che la segnaletica venga rispettata e che il percorso possa ricevere la manutenzione necessaria nel tempo.

Un progetto che parte da Gualdo Tadino – ha sottolineato Mara Loreti del GS AVIS Gualdo Tadino – e che attraversa anche altri comuni del territorio. Da Nocera Umbra a Sigillo, da Fossato di Vico a Fabriano fino a Casacastalda, sono tanti i luoghi toccati dagli oltre 150 km di sentieri che permettono per chi li percorre di riscoprire luoghi e paesi molto suggestivi”.

Il Progetto Gualdo Tadino Trans Bike è stato riconosciuto atto a valorizzare le risorse naturali ambientali e culturali ai fini di un’attrattiva di sviluppo e di un miglioramento della qualità della vita, oltre che contribuire alla costruzione di poli d’attrazione naturalistica in grado di garantire ricadute economiche diffuse sul territorio.

share

Commenti

Stampa