Grifo bello e sciupone, al Vigorito finisce 0-0 | Pagelle

Grifo bello e sciupone, al Vigorito finisce 0-0 | Pagelle

Massimo Sbardella

Grifo bello e sciupone, al Vigorito finisce 0-0 | Pagelle

Dom, 03/10/2021 - 22:38

Condividi su:


Il Perugia spreca diverse occasioni e colpisce anche un palo con Kouan | Nel finale miracolo su Matos di Paleari che salva il Benevento dell'ex Caserta

Il grifo da trasferta è sempre bello, ma stavolta è pure sciupone. E al Vigorito finisce 0-0. Peccato, perché il Perugia ha confezionato un numero impressionante di palle-gol, colpendo anche un palo con Kouan. Benevento salvato dal portiere Paleari in più occasioni, strepitoso nel finale su Matos.

Un buon punto per il Perugia di Alvini, contro la corazzata Benevento allenata dall’ex biancorosso Caserta. Ma con un più precisione nelle conclusioni e un pizzico di fortuna i Grifoni sarebbero ritornati a Perugia con il bottino pieno.

Benevento – Perugia: tabellino e pagelle

Benevento – Perugia 0-0

Benevento: Paleari 8, Letizia 6, Barba 6, Vogliacco 6.5, Foulon 5.5 (1′ st Masciangelo 6.5), Acampora 6 (35′ st Tello 6), Calò 5.5 (30′ st Viviani 6), Ionita 6, Elia 6 (30′ st Brignola 6.5), Insigne 5.5 (18′ st Moncini 5), Lapadula 5.5. All. Caserta 6. A disp.: Muraca, Manfredini, Basit, Vokic, Di Serio, Viviani, Sau, Talia.

Perugia: Chichizola 6.5, Rosi 6.5 (1′ st Curado 6.5), Angella 8, Zanandrea 6.5 (24′ st Sgarbi 6.5), Ferrarini 6, Segre 7, Burrai 6 (19′ st Santoro 6.5), Kouan 7, Lisi 6 (19′ st Falzerano 6.5), De Luca 6 (38′ st Carretta sv), Matos 7. All. Alvini 7. A disp.: Fulignati, Righetti, Gyabuaa, Ghion, Vanbaleghem, Murgia, Murano.

Arbitro Marinelli di Tivoli.

La partita dei Grifoni

Chichizola 6.5: poteva uscire dal Vigorito con un voto più alto se quelli del Benevento avessero tirato più volte in porta. Invece il portiere biancorosso deve controllare le poche conclusioni dei giallorossi, tra cui quella di Insigne. In avvio vede sfilare a fil di palo la conclusione di Elia, sulla quale nulla avrebbe potuto. Nella ripresa il tentativo di Lapadula, nell’unica occasione che Angella concede all’attaccante del Perù.

Rosi 6.5: fa buona guardia dietro, lasciando a Ferrarini le folate in avanti sulla fascia. Si deve arrendere per un problema alla caviglia alla fine del primo tempo. (1′ st Curado 6.5: entra a inizio ripresa quando il Benevento prova a spingere. Contribuisce a rendere abbastanza tranquilla la serata di Chichizola pur davanti ai temibili attaccanti campani).

Angella 8: respinge ogni pallone arrivi in area a più di un metro dall’erba. Si francobolla all’italoperuviano Lapadula, che riesce a trovare lo spazio per la conclusione una sola volta, con la mezza complicità di Zanandrea.

Zanandrea 6.5: ha ripreso dove aveva lasciato a Cremona, dopo quei 10 minuti di follia in cui aveva preso due gialli. Attento in difesa (solo una sbavatura su Lapadula) e utile, col suo mancino, quando c’è da impostare dal basso. (24′ st Sgarbi 6.5: Alvini lo mette dentro quando deve rinunciare a Zanandrea, in un momento in cui il Benevento sta spingendo. E lui dà il suo contributo).

Segre 7: di fioretto quando il Perugia attacca, impugna la sciabola quando il Benevento prova a far male. Prova di sostanza.

Burrai 6: parte molto bene, poi si perde un po’ alla fine del primo tempo. E nella ripresa Alvini gli preferisce la freschezza del giovane Santoro, anche perché non è fisicamente al meglio (19′ st Santoro 6.5: entra con personalità in una partita difficile, contro una delle formazioni più attrezzate per la B).

Ferrarini 6: solita qualità sulla fascia, non impeccabile quando c’è da coprire. Ma ha le spalle coperte dall’esperto Rosi. Nella ripresa deve faticare di più a contenere Masciangelo.

Lisi 6: tanta corsa, tanta generosità. Nel primo tempo partecipa al festival delle occasioni sprecate, calciando fuori misura da buona posizione. Poi ci prova in acrobazia in area, ma Paleari è attento. (19′ st Falzerano 6.5: entra e ricaccia indietro Letizia e il Benevento. Propizia anche due grandi occasioni, tra cui quella nel finale di Matos vanificata dall’intervento prodigioso del portiere giallorosso).

Kouan 7: ci prova in tutti i modi ad andare ancora a segno. Un piede non proprio fatato, la troppa foga sotto-porta (come quando spreca sul pallo servitogli da Matos) e Paleari gli dicono di no. Anche con la complicità del palo. Corre per 96 minuti, senza risparmiarsi, non rinunciando alla pressione sugli avversari.

De Luca 6: davanti è un punto di riferimento, favorendo l’inserimento d ei compagni. Utilissimo quando c’è da fare a sportellate con le maglie giallorosse, anche se questo lo porta a volte a giocare lontano dalla porta avversaria. (38′ st Carretta sv: dentro nel finale, quando occorre evitare la beffa, ma si deve provare anche a vincere).

Matos 7: Paleari gli ricaccia in gola l’urlo per quello che poteva essere il gol-partita a 5 minuti dal 90′. Sarebbe stato il premio ad una prestazione di grande sostanza, in cui ha confezionato anche assist per i compagni. Due minuti dopo ci prova di testa, ma la palla non entra. Partita dopo partita sta recuperando i suoi guizzi. La qualità tecnica c’è sempre stata.

All. Alvini 7: a fine partita è arrabbiato, per le tante occasioni sprecate dai suoi. Nel primo tempo vince la sfida tattica con il suo predecessore, Fabio Caserta. Ma l’imprecisione dei suoi giocatori non consente di chiudere la prima frazione in vantaggio. Nella ripresa risponde alle contromosse di Caserta e mostra che il suo Perugia sa anche soffrire. Senza rinunciare al gioco, perché anche nel secondo tempo è il Perugia ad avere le occasioni più nitide per far sua la partita. Insomma, il voto in più glielo hanno “tolto” i suoi giocatori, troppo imprecisi sotto porta.

(notizia in aggiornamento)

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!