Gran finale per ScheggiAcustica 2015, l'ideatore Pittella "Stiamo pensando ad appuntamento invernale" - Tuttoggi

Gran finale per ScheggiAcustica 2015, l’ideatore Pittella “Stiamo pensando ad appuntamento invernale”

Redazione

Gran finale per ScheggiAcustica 2015, l’ideatore Pittella “Stiamo pensando ad appuntamento invernale”

Successo importante per la rassegna musicale che si è chiusa ieri con il "Duello" tra Nadio Marenco e Adalberto Ferrari al Castello di Frontone
Mar, 11/08/2015 - 13:55

Condividi su:


Il festival dei Luoghi da Ascoltare tra Umbria e Marche si consolida e il forte successo della sesta edizione fa lievitare nuove idee, compreso un appuntamento invernale. Fondamentale la partnership tra le associazioni Tuttisuoni e Musicamorfosi e l’entusiasmo di pubblico e territori coinvolti.

A ScheggiAcustica 2015 non era ancora iniziato il gran finale al Castello di Frontone e già promotori e partner del festival lanciavano idee per il futuro. Ieri (lunedì 10 agosto) la rassegna tra musicisti straordinari e magnifici Luoghi da Ascoltare umbri e marchigiani (Parco del Monte Cucco, Cagli, Sassoferrato e Frontone) ha vissuto l’ultima serata della sesta edizione, confermando il valore artistico e culturale di un festival unico e tutta la verve e l’entusiasmo di pubblico e territori coinvolti, stavolta grazie al “Duello nel Castello” tra i funambolici Nadio Marenco e Adalberto Ferrari, rispettivamente il fuoriclasse della fisarmonica e il virtuoso polistrumentista dei fiati, impegnati in un trascinante “scontro” musicale “in giro per le musiche del mondo” tra tango, bossa nova, jazz, samba e omaggi a classici italiani.

Prima di loro sul palco è salito Mattia Pittella, ideatore di ScheggiAcustica attraverso l’associazione Tuttisuoni: “Voglio ringraziare tutto lo staff per l’intenso e sempre appassionato lavoro svolto – ha dichiarato -, ma soprattutto i partner di questa super edizione 2015, storici e nuovi, tutti decisivi per la perfetta riuscita. Oltre che del 2016 stiamo già discutendo della possibilità di un appuntamento invernale, una parentesi del tipo ‘ScheggiAcustica Winter’. Vedremo, non è mai facile. Ma il fermento non manca, le sorprese sono la nostra specialità e i territori hanno risposto alla grande insieme all’associazione alla quale più ci siamo legati quest’anno: Musicamorfosi”. Proprio dalla realtà lombarda proviene il direttore artistico Saul Beretta, che a sua volta ha confermato il fatto che “stiamo già pensando intensamente al 2016; per proporre ancora grande cultura e per raggiungere un pubblico più ampio possibile, abbinando ulteriori iniziative, in questo senso ogni idea o suggerimento resta sempre ben accetta”.

Tra i rappresentanti istituzionali c’era il sindaco di Frontone Francesco Passetti, che ha confermato: “Non è facile oggi proporre cultura, ma eventi del genere sono fondamentali e per noi rappresentano un’occasione speciale. Le iniziative di ScheggiAcustica non hanno bisogno di presentazione e anche con gli altri sindaci e territori abbiamo seguito il festival sempre da vicino. Siamo già pronti ad ascoltare le proposte del festival per la prossima edizione”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!