Gli studenti incontrano Gabriele Scorsolini, il ragazzo non vedente che scalerà l’Everest

Gli studenti incontrano Gabriele Scorsolini, il ragazzo non vedente che scalerà l’Everest

Appuntamento domani (giovedì 23 marzo) all’auditorium della scuola media Pascoli con alunni e genitori

share

Il giovane campione non vedente di arrampicata sportiva Gabriele Scorsolini, domani, giovedì 23 marzo, alle ore 18, incontrerà all’Auditorium della sede Pascoli alunni e genitori per raccontare la sua passione e il suo sogno più grande: scalare l’Everest.

Siamo felici di avere con noi Gabriele – afferma il dirigente scolastico Roberto Cuccolini perché sappiamo quanto la sua determinazione e il suo coraggio lo abbiano condotto oltre i limiti oggettivi della sua condizione di non vedente, fino a tentare non solo attività sportive impegnative ma imprese proibitive anche per i normodotati. Siamo perciò lieti di invitare famiglie e cittadinanza, certi che la lezione che Gabriele è capace di impartire è di grande importanza per ognuno di noi”.

Lo sanno bene gli alunni che hanno avuto il piacere di incontrarlo in classe prima della sua partenza per il Nepal e che hanno realizzato una video-intervista a Gabriele, che verrà presentata per l’occasione: ciò che hanno appreso è una lezione di vita che difficilmente dimenticheranno”- conferma la prof.ssa Emanuela Arcaleni, organizzatrice dell’evento insieme al prof. Stefano Tonelli, alla FASI e alla ass.ne Ombra di Peter.

Da alcuni anni la scuola secondaria di 1° grado “Alighieri Pascoli” ha scelto di dedicare particolare attenzione alla pratica sportiva quale fondamentale elemento educativo e formativo delle giovani generazioni. In tal senso si è costituita l’ Ass.ne Polisportiva Dilettantistica Scolastica “Alighieri Pascoli” e le numerose attività sportive (e non) pomeridiane svolte nella palestra della sede di via Collodi, organizzate dalle numerose associazioni sportive locali con cui l’Istituto collabora. Fiore all’occhiello di tali attività è stata, ed è tuttora, la parete attrezzata per arrampicata sportiva, unica nel territorio comunale, che permette ai ragazzi di coltivare una passione e praticare uno sport di crescente interesse e di prossimo exploit olimpico.

share

Commenti

Stampa