Giunta Tardani revoca gestione Teatro Mancinelli alla TeMa | Salta stagione teatrale - Tuttoggi

Giunta Tardani revoca gestione Teatro Mancinelli alla TeMa | Salta stagione teatrale

Redazione

Giunta Tardani revoca gestione Teatro Mancinelli alla TeMa | Salta stagione teatrale

Avviata la procedura di revoca del contratto di affidamento della gestione del Teatro Mancinelli all'associazione gestrice | Sindaco spiega le ragioni di "una scelta non più rinviabile"
martedì, 12/11/2019 - 17:36

Condividi su:


Giunta Tardani revoca gestione Teatro Mancinelli alla TeMa | Salta stagione teatrale

La Giunta comunale di Orvieto ha deliberato (del. n. 248 del 6 novembre 2019) l’avvio della procedura di revoca con effetto immediato del contratto di concessione del Teatro Mancinelli affidato all’associazione TeMa mediante bando pubblico nel giugno 2018 e in scadenza il 31 maggio 2021.

Alla base della decisione le sopravvenute ragioni di interesse pubblico determinate dalla grave situazione economico finanziaria dell’associazione TeMa, evidenziate dalla relazione del consulente, esperto in gestione della crisi e risanamento d’impresa, appositamente incaricato dal Comune, che nei giorni scorsi è stata condivisa con la commissione capigruppo. La gravità della situazione, e la verosimile irreversibilità, risulterebbe  confermata anche dalla circostanza che TeMa è stata recentemente destinataria di atti giudiziari da parte di taluni creditori.

L’amministrazione comunale ha altresì rilevato l’inadempimento dell’associazione TeMa rispetto agli obblighi previsti dal contratto di concessione relativamente all’intestazione e quindi al pagamento delle utenze del teatro, nonché pendenze tributarie pluriennali riguardanti la tassa sui rifiuti, delle quali il Comune dovrebbe in ogni caso tenere conto in occasione delle future erogazioni a favore dell’associazione.

Per le stesse ragioni di interesse pubblico la Giunta ha deciso di non approvare la stagione teatrale 2019/2020, presentata dall’associazione TeMa per l’approvazione definitiva lo scorso mese di ottobre, in quanto il margine di utile, stimato nel bilancio preventivo in 225,00 euro e la necessità di recuperare le somme delle quali il Comune è creditore, non assicurerebbero l’equilibrio della gestione finanziaria della stagione teatrale stessa.

Anche le passività dell’associazione, pari ad oltre 1.4 milioni di euro al 31 dicembre 2018, e la conseguente esposizione debitoria non sono state ritenute suscettibili di essere progressivamente ridotte attraverso i margini di avanzo annuali, stimati per la gestione in corso, in poco più di 4mila euro.

In tale situazione la prosecuzione dell’attività e l’avvio della stagione teatrale determinerebbero un aggravamento della già pesante situazione debitoria in cui versa l’associazione, pertanto è stato ritenuto necessario ed urgente adottare ogni misura volta ad evitare tale evenienza sia nell’interesse dei creditori che della stessa Amministrazione.

Inoltre, tale situazione metterebbe concretamente a rischio la continuità dei servizi oggetto di concessione e il corretto adempimento delle obbligazioni assunte dall’associazione TeMa. L’Ente, infatti, ha recentemente ricevuto comunicazioni che hanno costretto allo spostamento di alcuni eventi in altra sede e non ha ricevuto rassicurazione sulla disponibilità della struttura per le prossime iniziative culturali.

Con la delibera approvata l’Esecutivo proporrà al Consiglio comunale di assumere le proprie determinazioni in merito allo scioglimento e alla messa in liquidazione dell’associazione TeMa, e all’eventuale attivazione presso l’autorità competente della procedura di estinzione dell’associazione stessa, ai sensi dell’art. 27 del Codice Civile, nonché al recesso dalla qualità di socio.

“Una scelta non più rinviabile – commenta il sindaco di Orvieto, Roberta Tardani – che l’Amministrazione ha preso nell’interesse esclusivo della Città e a tutela dell’Ente. Consentire la prosecuzione dell’attività della TeMa e l’avvio della stagione teatrale determinerebbero infatti un aggravamento della situazione debitoria dell’associazione stessa ed esporrebbero l’Ente ad una possibile responsabilità diretta nelle vicende dell’associazione oltre che sotto il profilo amministrativo e contabile”.

“Tale decisione – aggiunge – consentirà all’amministrazione comunale di riacquisire la disponibilità del teatro, soprattutto per salvaguardare l’organizzazione di manifestazioni di consolidata importanza internazionale e di rilevanza strategica per il tessuto economico cittadino, a partire dalla 27^ edizione di Umbria Jazz Winter programmata al Mancinelli dal 28 dicembre 2019 al 1° gennaio 2020, ed altri appuntamenti che non possono essere condizionati dall’incertezza di questi giorni. Ne va dell’immagine della nostra città. Rientrare nella disponibilità del teatro comunale consentirà, inoltre, di poter lavorare sin da subito alla pianificazione di una nuova proposta culturale e teatrale, come giustamente auspicato dai cittadini in queste ultime settimane. Cittadini che ci hanno affidato il governo della città per risolvere i problemi e non per continuare a rinviarli come è accaduto fino a oggi con le conseguenze che stiamo affrontando”.

“Della decisione assunta – conclude il Sindaco – sono stati già informati i membri del CdA dimissionario e i rappresentanti dei lavoratori della TeMa, ricevuti nei giorni scorsi in Comune, con i quali resta aperto il confronto per individuare le soluzioni migliori che possano garantire i loro diritti. Al Consiglio Comunale spetterà di assumere le proprie determinazioni circa la messa in liquidazione dell’associazione, lo scioglimento, l’eventuale attivazione della procedura finalizzata all’estinzione della stessa e al recesso del Comune di Orvieto dalla qualità di socio”. 


Condividi su:


Aggiungi un commento