Giornata mondiale del Sollievo, servizi e progetti per combattere il dolore fisico - Tuttoggi

Giornata mondiale del Sollievo, servizi e progetti per combattere il dolore fisico

Redazione

Giornata mondiale del Sollievo, servizi e progetti per combattere il dolore fisico

Mar, 21/05/2013 - 14:53

Condividi su:


In occasione della Giornata Mondiale del Sollievo la USL Umbria 1 domenica 26 maggio ha organizzato alcune iniziative che saranno occasione di confronto fra le autorità regionali, gli operatori sanitari, i medici di medicina generale, i rappresentanti delle associazioni e la popolazione sui servizi attualmente disponibili in tale ambito e sul progetto di potenziamento della rete aziendale per le cure palliative e la terapia del dolore. L’obiettivo è quello di uniformare il livello di qualità e l’accesso ai servizi su tutto il territorio di riferimento.

A Marsciano il teatro della Concordia ospiterà (ore 9-13) l’incontro su “Il dolore in Umbria. Stato dell’arte e proposte operative” relative alle buone pratiche sanitarie nel trattamento del dolore e nelle cure palliative. All’incontro, promosso dalla USL Umbria 1 con la collaborazione e il patrocinio del Comune di Marsciano, parteciperanno la governatrice dell’Umbria Catiuscia Marini, il sindaco di Marsciano Alfio Todini, il direttore generale della USL Umbria 1 Giuseppe Legato, il direttore generale della sanità della Regione Umbria Emilio Duca e altri professionisti con esperienza nell’ambito della terapia del dolore e delle cure palliative.

Nel Centro di Salute di Gubbio (ore 9,30-13), il Comitato ospedale e territorio senza dolore in collaborazione con le associazioni di volontariato AELC (Associazione eugubina per la lotta contro il cancro) e AGO (Associazione Gubbio Osteoporosi) ha organizzato delle visite algologiche gratuite (prenotabili fino al 24 maggio, ore 10-12, allo 075-9270654) e un punto di ascolto per far conoscere i vari tipi di dolore, il loro trattamento e i servizi offerti dall’ospedale e dal distretto.

“Il dolore non è un aspetto ineludibile del ricovero ospedaliero e dell’iter diagnostico-terapeutico – commenta il direttore generale della USL Umbria 1 Giuseppe Legato – In Italia la legge n.38 del 2010 ha sancito per tutti il diritto a non soffrire. Si tratta di una legge innovativa, che per la prima volta regolamenta e garantisce l’accesso alle cure palliative e alla terapia del dolore nell’ambito dei livelli essenziali di assistenza. Un segno di civiltà, nel rispetto della dignità e dell’autonomia della persona umana e per la tutela della qualità delle cure e della vita fino al suo termine”.

“Oltre all’Hospice di Santa Margherita a Perugia e al progetto ‘Ospedale-Territorio senza dolore’ già avviato nell’Alta Valle del Tevere – spiega Giuseppe Legato – su tutti i distretti della nostra USL sono operative delle equipe di medici e infermieri che, con il prezioso contributo delle associazioni di volontariato, assicurano cure palliative e assistenza ai malati per consentire loro la migliore qualità di vita possibile. Il nostro obiettivo è quello migliorare e potenziare la rete dei processi assistenziali di trattamento del dolore e di garantire uniformità nella qualità e nell’accesso alle cure”.

Nel progetto generale per combattere la sofferenza fisica rientrano non soltanto le cure di fine vita e il dolore cronico maligno, ma anche il dolore acuto post-operatorio, il parto-analgesia e il dolore cronico benigno. E’ stato infatti recentemente dimostrato che sei cittadini su dieci con età media di 58 anni soffrono di dolore fisico cronico (originato in più del 6% dei casi da tumore e nel restante 94% da artrosi, mal di schiena, cefalee, diabete e altre patologie), ma meno del 50% segue un trattamento specifico e solo il 5% si rivolge ad uno specialista.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!