Foligno, raccolta differenziata peggiora, Legambiente: "Siamo preoccupati"

Foligno, la raccolta differenziata peggiora, Legambiente: “Siamo preoccupati”

Alessandro Orfei

Foligno, la raccolta differenziata peggiora, Legambiente: “Siamo preoccupati”

Lun, 09/05/2022 - 09:46

Condividi su:


Denunciate tutte le criticità della gestione dei rifiuti

Il tema dell’ambiente e della raccolta e smaltimento dei rifiuti è ormai diventato un dossier caldo nella città della Quintana. Valle Umbra Servizi Spa è sotto tiro, oggetto di diverse proteste social, con tanto di foto di rifiuti abbandonati o non ritirati, ma anche argomento delle minoranze che chiedono lumi sui disservizi. Situazione che sembra replicarsi anche a Spoleto. A questo si aggiunge Legambiente, che è intervenuta con una dura presa di posizione di fronte ai numeri in peggioramento della raccolta differenziata.

Peggiora la differenziata

Il circolo ambientalista della città della Quintana intende esprimere, con questo comunicato, la sua più profonda preoccupazione per la situazione della raccolta differenziata in città e nelle frazioni – pubblicati recentemente da ARPA i dati della raccolta differenziata del 4° trimestre 2021 vedono Foligno chiudere l’anno retrocedendo di ben 3 punti percentuali rispetto al 2019, ora siamo al 59%“, dice Legambiente Foligno.

Concorsi, disservizi e ‘conflitti’, il caso Vus torna in consiglio comunale

“Vus fanalino di coda”

Il circolo ambientalista definisce Vusil gestore fanalino di coda della regione” e ricorda come “il sistema di raccolta porta a porta che Legambiente continua a sostenere, restituisce performance ben più importanti, sopra il 70 per cento. I buoni esempi non mancan in Umbria, con lo stesso gestore e buoni risultati a due passi c’è Trevi, mentre Terni e Narni, con gestore diverso, hanno altissimi livelli di differenziazione“.

“Fare il massimo, ma c’è il minimo risultato”

E’ come fare il massimo per ottenere il minimo risultato, potremmo e dovremmo spingerci ben oltre“, commenta Marco Novelli, presidente del Circolo di Foligno valli del Topino di Legambiente. “Inoltre, a fronte di tutto lo sforzo profuso dal circolo, da altre associazioni e da privati cittadini ed aziende per sensibilizzare la popolazione tramite pulizie volontarie, interventi nelle scuole e raccogliendo le tante segnalazioni dei cittadini, la situazione rimane nello stallo da anni ed in lento ed inesorabile peggioramento se si considera anche il fenomeno, collegato, dell’abbandono abusivo dei rifiuti“.

L’allarme dei cittadini

Quindi Legambiente spiega di percepire lo “scoramento” dei cittadini e di attendere “il piano industriale di Valle Umbra Servizi – è più che mai urgente una riorganizzazione ed efficientazione dell’Ente gestore del servizio di igiene urbana che mostra diverse lacune e non riesce a coprire adeguatamente i servizi e il territorio per i quali è chiamato a lavorare. Attendiamo con speranza anche l’inizio del funzionamento del nuovo centro di riuso“.

Le proposte di Legambiente

Il circolo ricorda anche le proprie proposte alle istituzioni:

  • “1. serve una estensione e ripianificazione dei servizi di raccolta con potenziamento del porta a porta;
  • 2. iniziare a “coprire” in maniera adeguata anche le frazioni montane;
  • 3. occorre fare continua attività di comunicazione nelle scuole e nei confronti della cittadinanza, tramite progetti dedicati e usando stampa e social;
  • 4. estendere la possibilità dei controlli e delle sanzioni attraverso più personale adibito a tale mansione o dotando il personale già assunto di tale competenza installando, anche più fototrappole nel territorio;
  • 5. serve un completo censimento delle utenze attuabile anche incrociando i dati disponibili per luce, gas e acqua al fine di “scovare” le tante situazioni senza contratto di servizio;
  • 6. andare verso un sistema di tariffazione puntuale per abbassare la TARI alle utenze virtuose e incentivare con piccoli premi o sconti i cittadini responsabili;
  • 7. attivare un meccanismo che premi il riuso e incentivi l’uso dei prodotti riciclati per il quale la collettività possa avere un effettivo risparmio”.

I nuovi ecocompattatori

Intanto è annunciata per martedì 10 maggio, alle 11:45, presso la sala giunta del Comune di Foligno, la presentazione degli “ecocompattatori” che saranno installati nel territorio comunale. Interverranno gli amministratori, rappresentanti di Valle Umbra Servizi Spa, Auri Umbria e della ditta incaricata dell’installazione e della manutenzione.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!