Fine isolamento, da oggi tamponi rapidi Covid in farmacia si pagano: è caos, si cerca soluzione

Fine isolamento, da oggi tamponi rapidi Covid in farmacia si pagano: è caos, si cerca soluzione

Sara Fratepietro

Fine isolamento, da oggi tamponi rapidi Covid in farmacia si pagano: è caos, si cerca soluzione

Ven, 01/04/2022 - 17:18

Condividi su:


Con la fine dello stato d'emergenza ora si pagano tutti i tamponi rapidi in farmacia, gratis solo quelli ai drive through delle Usl

Con la fine dello stato di emergenza Covid decretata ieri, stop da oggi – 1 aprile – anche in Umbria alla possibilità di effettuare gratuitamente test antigenici (i cosiddetti tamponi rapidi) in farmacia. Ora si pagano infatti sia quelli di screening per gli studenti finora gratuiti, sia quelli di fine isolamento una volta guariti dal virus.

Rimangono gratis soltanto i tamponi fatti ai “drive through” delle Usl, che però vanno fatti su prenotazione.

Le novità sono in vigore da oggi, come detto, sfuggite ai più e poco comunicate localmente. Giusto qualche farmacia lo ha reso noto sui propri canali social nelle ultime ore, altre hanno affisso avvisi alla porta. Silenzio in merito, soprattutto, dalla Regione Umbria.

Stop ai tamponi rapidi gratis, è caos

Immancabilmente sin da questa mattina si sta registrando il caos, sia sul fronte delle farmacie ma anche dal versante delle Usl, che probabilmente non sono pronte a sobbarcarsi così all’improvviso tale mole di lavoro. Basti pensare che da mesi ormai in media in Umbria si effettuano circa 2.500 tamponi molecolari (quindi presso le Usl e i laboratori privati) e circa 10mila test antigenici rapidi (perlopiù in farmacia e centri privati) al giorno. Ovviamente molto lavoro rimarrà in capo a farmacie e centri privati, ma indubbiamente aumenterà il lavoro anche per le Usl.

Finora dell’attività di screening per la fascia 0 – 11 anni (per un periodo anche per gli studenti più grandi) si era fatto carico economicamente l’assessorato regionale all’istruzione guidato da Paola Agabiti. E potrebbe essere sempre la Regione Umbria a finanziare il rinnovo della convenzione con le farmacie garantendo di nuovo la gratuità dei tamponi rapidi. Ma i fondi a disposizione finora, da quanto trapela, sono finiti e trovare altri canali di finanziamento non sembra così immediato. Comunque questo pomeriggio è in corso una riunione della Regione per decidere il da farsi, visto anche che Palazzo Donini ha deciso di confermare fino a giugno l’attività del commissario straordinario regionale all’emergenza Covid Massimo D’Angelo proprio per affrontare meglio i vari problemi.

I dubbi di Federfarma espressi alla Regione e la risposta solo nelle ultime ore

Noi abbiamo cercato di dire per tempo che probabilmente ci sarebbero stati dei disagi tra i cittadini” ci spiega la presidente di Federfarma Perugia Silvia Pagliacci. Come effettivamente è stato riscontrato oggi. Proprio per questo l’associazione che riunisce le farmacie private aveva scritto alla Regione chiedendo i suoi intendimenti in merito alle novità in vigore dopo la fine dello stato di emergenza.

La risposta da Palazzo Donini è arrivata ieri, con la conferma che i test antigenici in farmacia sono da oggi solo a pagamento, compresi quelli di fine isolamento per i positivi. Mentre i cittadini che vogliono avere un tampone gratuitamente devono rivolgersi ai “drive through” delle Usl, presentando l’e-mail che dispone l’isolamento o il referto di positività. Ovviamente, però, bisogna prenotare.

Questa, dunque, la situazione allo stato attuale, che è simile a quella delle altre regioni italiane. Ma che potrebbe cambiare a breve, se la Regione troverà fondi e modalità per rinnovare la convenzione con le farmacie.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!