Fa' la cosa giusta, Legambiente pubblica i dati della raccolta Differenziata della manifestazione - Tuttoggi

Fa’ la cosa giusta, Legambiente pubblica i dati della raccolta Differenziata della manifestazione

Redazione

Fa’ la cosa giusta, Legambiente pubblica i dati della raccolta Differenziata della manifestazione

Visitatori ed espositori raccolgono e sottraggono alla discarica oltre un quintale di rifiuti e risparmiano all'atmosfera 600kg di Co2
Mer, 17/10/2018 - 12:31

Condividi su:


Fa’ la cosa giusta, Legambiente pubblica i dati della raccolta Differenziata della manifestazione

Anche in questa edizione della fiera “Fa’ la Cosa Giusta – Umbria 2018”, manifestazione che ha attirato dal 12 al 14 ottobre scorsi migliaia di visitatori a Bastia Umbra, Legambiente Umbria e gli organizzatori della fiera hanno voluto porre grande attenzione e cura alla gestione dei rifiuti prodotti nel corso dell’evento, in coerenza con i contenuti che la fiera degli stili di vita sostenibili da cinque anni porta nella nostra regione.

Anche quest’anno Legambiente Umbria ha coordinato e assistito i volontari, studenti dell’istituto alberghiero di Assisi, presso le isole ecologiche predisposte alla raccolta differenziata durante la manifestazione all’interno dei padiglioni, nella biglietteria e nella segreteria. Le isole ecologiche sono state attrezzate per differenziare le 4 principali frazioni (carta e cartone, imballaggi in plastica e alluminio, organico, e rifiuto secco non recuperabile). Oltre alla raccolta dei rifiuti i volontari hanno anche presidiato le fontanelle di acqua pubblica a disposizione dei visitatori, mentre a tutti gli espositori è stato chiesto di non vendere bottiglie di plastica e in generale di non utilizzare stoviglie, shopper e altri monouso diversi da quelli certificati di origine vegetale e quindi compostabile.

Un impegno che è stato ripagato, grazie alla collaborazione dei visitatori della fiera, e che ha consentito di recuperare complessivamente nei tre giorni dell’evento ben oltre un quintale di rifiuti organici (perlopiù stoviglie, piatti e bicchieri in carta o bioplastica compostabile), ovvero il 64% dei rifiuti intercettati nelle isole ecologiche, 50 chilogrammi di Carta e Cartone (il 26% dei rifiuti raccolti) e 17 chilogrammi di Plastica (9% dei rifiuti).

Stimando anche la riduzione dell’impatto dell’evento per l’attuazione di questa buona pratica è stato calcolato da Legambiente che, grazie all’avvio a recupero delle frazioni raccolte, che altrimenti sarebbero finite nelle raccolta indifferenziata, la quantità di emissioni di CO2 evitate è stata pari a 613 chilogrammi, l’equivalente di un’auto diesel media che percorre l’Italia 3 volte da Nord a Sud (3.600 km).

Il progetto mostra come si possa attuare e organizzare la raccolta differenziata anche in un contesto complesso come quello di un evento capace di attirare migliaia di partecipanti. Legambiente continua nella sua attività per promuovere con amministrazioni e organizzatori di eventi questo tipo di buone pratiche, riproponendole anche in occasione di altre grandi manifestazioni umbre, e ne racconterà i risultati e l’esperienza anche nel prossimo EcoForum regionale sull’economia circolare dei rifiuti in programma il 7 dicembre prossimo a Perugia.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!