Ex Merloni, banche disponibili ad anticipare la Cigs - Tuttoggi

Ex Merloni, banche disponibili ad anticipare la Cigs

Redazione

Ex Merloni, banche disponibili ad anticipare la Cigs

Mar, 04/02/2014 - 19:57

Condividi su:


Ex Merloni, banche disponibili ad anticipare la Cigs

Dopo le trattative dei mesi scorsi e la recente sottoscrizione del decreto del ministero del Lavoro e della Previdenza sociale di concessione della cassa integrazione straordinaria per i lavoratori della Antonio Merloni spa in amministrazione straordinaria, l'assessorato allo sviluppo economico della Regione Umbria, grazie alla collaborazione della commissione regionale “Abi”, ha comunica che numerose banche che operano sul territorio umbro si sono già offerte, o sono disponibili ad offrire, il servizio di anticipazione del trattamento di cassa integrazione.
Il protocollo nazionale – ha dichiarato l'assessore Vincenzo Riommi – è stato sottoscritto dall'Abi con Confindustria e le organizzazioni sindacali alla fine dello scorso mese di dicembre. Per questo, l'associazione bancaria sta avviando in queste settimane una rilevazione delle banche che aderiscono all'accordo nazionale. A livello locale, tuttavia, la maggior parte dei gruppi presenti in Umbria già mette a disposizione delle imprese in difficoltà, o è in procinto di farlo, prodotti e soluzioni per l'anticipo della cassa integrazione straordinaria. Sarà cura della Regione aggiornare costantemente l'elenco di queste banche sul proprio sito. Nel ringraziare la commissione Abi regionale e le banche stesse per la disponibilità offerta – ha proseguito l''assessore – auspico il coinvolgimento anche delle altre banche la cui adesione operativa sarà portata a conoscenza dei lavoratori mediante la pubblicazione sul sito internet della Regione. Valutando positivamente quanto fatto fino ad oggi, in particolare con riferimento ai lavoratori della Merloni, formuliamo altresì l'auspicio che, nel rispetto delle regole sulla concorrenza, le banche adottino le migliori condizioni a favore dei lavoratori in considerazione delle finalità del servizio“, ha concluso Riommi.

L''elenco comprende: Banca Popolare di Spoleto, Casse dell''Umbria-Intesa San Paolo, Banco Popolare, Monte dei Paschi di Siena, Unicredit, Veneto Banca. Lo riferisce un comunicato della Regione.

Riproduzione riservata


Condividi su:


Aggiungi un commento