Ex convitto femminile, nuova sentenza: Inps dovrà pagare Tosap arretrata

Ex convitto femminile, nuova sentenza: Inps dovrà pagare Tosap arretrata

Sara Fratepietro

Ex convitto femminile, nuova sentenza: Inps dovrà pagare Tosap arretrata

Lun, 31/01/2022 - 19:48

Condividi su:


Commissione tributaria regionale ribalta sentenza di primo grado: Inps condannata a pagare la Tosap sull'impalcatura. Esulta Forza Italia

Ribaltata la sentenza di primo grado sulle cartelle Tosap relative all’ex convitto femminile di Spoleto. L’Inps dovrà pagare al Comune la tassa di occupazione di suolo pubblico per le impalcature che per anni hanno circondano la struttura di piazza Campello.

In secondo grado è stata riconosciuta la legittimità della maxicartella esattoriale che era stata emessa a fine 2018 dal Comune di Spoleto, sotto l’egida dell’allora sindaco Umberto de Augustinis. Un atto che era pari a oltre 600mila euro, oltre alle sanzioni.

Ex convitto femminile, Comune fa ricorso sulle cartelle Tosap | Incarico all’avvocato Taverna

Contro la cartella esattoriale, l’Inps aveva presentato opposizione alla Commissione tributaria provinciale. In primo grado era stata riconosciuta la ragione all’istituto di previdenza, con i giudici che avevano evidenziato sussistere i motivi di esenzione dal pagamento della Tosap sulle impalcature dell’immobile. Ora, però, è arrivata la sentenza di secondo grado, quella della Commissione tributaria regionale, davanti alla quale aveva presentato ricorso il Comune di Spoleto, difeso dall’avvocato Salvatore Taverna.

A plaudere all’esito del ricorso è il coordinamento comunale di Forza Italia.

“È di questa mattina (31 Gennaio) – evidenziano gli azzurri in una nota – la notizia della prima sezione della commissione tributaria regionale per l’Umbria, che ha confermato l’obbligo dell’Inps di pagare al Comune di Spoleto i tributi Ici e Tosap (occupazione spazi pubblici) liquidati dagli uffici comunali sugli immobili Inps dell’ex colonia Inpdap di Monteluco e del convitto nazionale in piazza Carducci per gli anni dal 2013 al 2018. Questo è il risultato di un’azione avviata sotto l’Amministrazione De Augustinis, con l’importante contributo tecnico dell’allora assessore Flavoni, che ha avuto un duplice effetto:

  1. Ripristino del decoro urbano;
  2. Riconoscimento economico per i tributi dovuti e non versati

Ora gli effetti di tale decisione avranno sicuramente un impatto importante sul bilancio comunale trattandosi di una somma cospicua (900 mila euro), l’auspicio è dunque che ci sia un utilizzo di tali risorse a beneficio della città e dei cittadini in maniera trasparente ed efficace. Come Forza Italia Spoleto – concludono – esprimiamo dunque massima soddisfazione in quanto le azioni avviate dalla precedente amministrazione, di cui noi abbiamo fatto parte in maniera attiva, si dimostrano giuste e a tutela degli interessi della nostra città e dei nostri concittadini; continueremo dunque a vigilare sull’operato dell’attuale amministrazione e a segnalare attivamente eventuali opportunità che il nostro territorio non può più farsi sfuggire”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!