Elezioni in Umbria, arriva il nuovo sondaggio: i risultati

Elezioni in Umbria, arriva il nuovo sondaggio: i risultati

Commissionato da Ricci, che contesta i risultati di quello diffuso dall’Agi

share

Il candidato presidente Claudio Ricci annuncia l’imminente pubblicazione di un nuovo sondaggio, da lui commissionato a Scenari Politici, sulle elezioni regionali del 27 ottobre. Un secondo sondaggio su “fiducia e voto ai candidati presidenti”, attraverso una rilevazione telefonica su un campione di 400 umbri, che si sta ultimando proprio in queste ore.


Elezioni in Umbria, l’ultimo sondaggio


Ricci aveva contestato il sondaggio diffuso nei giorni scorsi, realizzato da Qorum/YouTrend per Agi (dove è disponibile il testo completo con le domande e le risposte), svolto tra il 25 e il 27 settembre 2019 con metodologia mista Cati/Cami su campione di 1.000 intervistati rappresentativi della popolazione maggiorenne presente in Umbria, indagata per quote di genere, età e titolo di studio. L’errore campionario è pari a +/- 3,1% con intervallo di confidenza del 95%. Il candidato delle tre liste civiche veniva accreditato del 6,2% dei voti espressi (con la candidata del centrodestra Donatella Tesei al 47,2% dei voti, mentre Vincenzo Bianconi, per centrosinistra e M5s, è dato al 43,1%  Per Ricci, infatti, tale sondaggio prendeva in considerazione solo la lista Ricci Presidente (al 4,6%).

Per Ricci quei dati non fotograferebbero la reale situazione politica, perché frutto di una rilevazione effettuata prima che avvenisse il deposito delle liste. “Inoltre il dato principale, nelle elezioni locali – prosegue Ricci – è la propensione al voto sul candidato presidente (o sindaco) che, a sua volta, ‘induce o comunque influenza’ il voto sulle liste e le preferenze ai candidati (e non vice versa, in generale)“.

I risultati della rilevazione commissionata da Claudio Ricci

Secondo la rilevazione commissionata da Claudio Ricci a Scenari Politici – WinPoll Elezioni Umbria (400 telefonate, metodo Cati-Cami) la sua coalizione ha ottenuto il 38% come fiducia (Molta+Abbastanza); seguono 2 candidati (non ne vengono indicati i nomi) al 35% e 28% (parametro “guida” sull’orientamento al voto).

Anche sul livello di conoscenza in Umbria, la coalizione Claudio Ricci – comunica il candidato – raggiunge il 68% seguita, dagli altri due candidati, con il 62/61% rispettivamente.
Molti umbri già hanno determinato di andare al voto, il 68% degli aventi diritto, ma ancora permane alto il numero degli incerti, oltre il 30%: segno di un’ampia “incertezza” sul risultato elettorale.
L’analisi commissionata a Scenari Politici – WinPoll è stata svolta nei giorni 1-2 ottobre su un campione di 400 telefonate (metodo Cati-Cami) e un margine di errore del 3.2%. Il lavoro completo verrà pubblicato, a cura di Scenari Politici – WinPoll, nello specifico Sito Internet come da normativa.
In conclusione seppur ci saranno ‘effetti politici nazionali’ – commenta Ricci – alle elezioni regionali in Umbria, il ‘peso locale’, legato agli indici di conoscenza e fiducia sul candidato presidente (e sui candidati consiglieri delle liste) orienteranno le scelte soprattutto degli incerti“.

share

Commenti

Stampa