Due pericolosi criminali allontanati da Perugia: Uno di loro arrestato 4 volte era stato trovato con un fucile a Pontevalleceppi - Tuttoggi

Due pericolosi criminali allontanati da Perugia: Uno di loro arrestato 4 volte era stato trovato con un fucile a Pontevalleceppi

Redazione

Due pericolosi criminali allontanati da Perugia: Uno di loro arrestato 4 volte era stato trovato con un fucile a Pontevalleceppi

Gio, 06/06/2013 - 12:35

Condividi su:


Due pericolosi crimnali sono stati allonatanati da Perugia.

Rimpatrio record per corriere internazionale albanese. Il viaggio Capanne – Sat’Egidio – Tirana è avvenuto in sei ore. Un tempo record per rispedire nel paese d’origine un pericoloso criminale. Un trafficante internazionale di stupefacenti F. E. , del ’86 , albanese, da tempo residente a Parma era arrivato a Perugia nel circuito carcerario. La sua data di scarcerazione, dopo quattro anni e tre mesi di detenzione per una condanna per traffico internazionale di stupefacenti stroncato dalla Guardia di Finanza della città emiliana, era stata evidenziata da tempo e per la sua uscita dal Capanne, era tutto pianificato da tempo. Nel pomeriggio breve viaggio all’aeroporto di Perugia da dove è stato rimpatriato per Tirana con il volo diretto.

Era incece arrivato a Perugia nel 2000, dopo tre anni di clandestinità a Bologna sotto la falsa identità di un cittadino algerino. Il suo lavoro saltuario da muratore gli aveva consentito di avere con sé un permesso di soggiorno. Ma a Pontevalleceppi B.I. , del ’69 , tunisino, era noto per i continui controlli delle forze di Polizia, per i suoi periodi di detenzione in carcere o agli arresti domiciliari e per il suo carattere irascibile e rissoso.

Dopo quattro arresti per stupefacenti, due anni fa era stato arrestato dalla Squadra Mobile perché trovato in possesso di un fucile rubato e modificato. Punto di riferimento della locale comunità tunisina dedita a traffici illeciti, ieri mattina agli agenti del Reparto Prevenzione Crimine che all’alba lo hanno prelevato dalla sua abitazione ha subito esibito il permesso di soggiorno . Ma stavolta non gli è bastato , perché in Questura gli è stato notificato un provvedimento di espulsione per pericolosità sociale. Nel pomeriggio è stato trasferito ad un centro di identificazione ed espulsione perché non si trova il suo passaporto e non può essere imbarcato in un aereo. Appena le autorità tunisine ne rilasceranno un altro sarà rimpatriato e non potrà per 10 anni rientrare in Italia e negli altri paesi dell’Unione europea.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!