Due nuovi punti vaccinali: le opzioni. Ipotesi 'Ca Rapillo per il comprensorio

Due nuovi punti vaccinali: le opzioni. Ipotesi ‘Ca Rapillo a Spello per il comprensorio

Redazione

Due nuovi punti vaccinali: le opzioni. Ipotesi ‘Ca Rapillo a Spello per il comprensorio

Mer, 17/03/2021 - 08:00

Condividi su:


Incontro con il commissario D'Angelo

Due nuovi centri vaccinali, novità per quello all’aeroporto e nuovo drive through. La seduta del consiglio comunale di ieri porta novità, oltre che una mozione, presentata dalla minoranza ed emendata dal centrodestra, che passa all’unanimità.

Covid, l’Aifa sospende precauzionalmente il vaccino Astrazeneca in tutta Italia 

Le novità

Dopo qualche scintilla, il sindaco Stefano Zuccarini espone tutte le novità: il punto vaccinale dell’aeroporto sarà operativo anche dal prossimo fine settimana, evitando il disorientamento di tornare alla sala Alesini nel weekend. Due nuovi punti vaccinali allo studio, il primo nella tecnostruttura di piazza San Giacomo, messa a disposizione dalla Caritas. L’altra, per il comprensorio, a Ca’ Rapillo, la grande struttura di Spello messa a disposizione dal sindaco Moreno Landrini. Per la prima, in arrivo un sopralluogo, mentre per la seconda in settimana ci sarà un incontro tra tutti i sindaci della zona con il commissario al Covid Massimo D’Angelo. Al via da giovedì anche il secondo punto drive through al parcheggio dello stadio.

La mozione della minoranza

La discussione si era aperta con una mozione della minoranza che chiedeva: “la riattivazione di punti di vaccinazioni in più sedi, uniformemente distribuite in tutto il territorio comunale, ivi comprese le frazioni di pianura, collina e montagna, con particolare riguardo a quelle più popolose; la realizzazione della vaccinazione dei soggetti fragili; l’adeguamento e il potenziamento della dotazione organica di personale sia dell’ospedale di Foligno, che dei servizi sanitari territoriali“. La minoranza chiedeva anche “il potenziamento delle USCA e la telemedicina, anche tramite il coinvolgimento dei medici di medicina generale; vengano potenziati i servizi territoriali di prevenzione e di igiene pubblica; si acceleri il ripristino dei servizi essenziali di prevenzione e cura delle restanti patologie, con particolare riferimento a quelle cardiologiche ed oncologiche; si introducano servizi di supporto psicologico gratuito alle fragilità che sono emerse o si sono aggravate in seguito alla pandemia; si elabori un piano per la riapertura in sicurezza delle scuole pubbliche e paritarie, di ogni ordine e grado, ivi compresi i servizi socio educativi per la prima infanzia comunali e privati, anche attraverso l’istituzione di turni mattutini e pomeridiani; siano riattivati i tracciamenti per contenere al massimo la diffusione del contagio; si provveda ad intensificare i controlli affinché siano rispettate le norme di comportamento anticontagio, attraverso un maggiore impegno delle forze dell’ordine e del corpo dei vigili urbani, prevedendo per quest’ultimo un appropriato sistema di incentivazione proporzionato al maggiore impegno derivante da quest’ultima attività; il Sindaco dia adeguata e costante informazione alla cittadinanza circa l’evoluzione della pandemia, delle in vaccinazioni e delle azioni attuate nella nostra città“.

Unanimità

La maggioranza ha presentato un emendamento all’atto, che la minoranza ha accolto, portando all’approvazione all’unanimità della mozione. Da gran parte dei consiglieri di minoranza la soddisfazione per il dibattito e per il risultato. “Cambia la forma ma non la sostanza“, ha detto il capogruppo di Patto X Foligno, Luciano Pizzoni.

I numeri

Ventisei posti Covid (14 di medicina d’urgenza e 10 di intensiva), per un totale di 50 posti letto rispetto all’area ordinaria dove ne sono rimasti 230. Ecco i numeri dell’ospedale di Foligno, resi noti dal sindaco Zuccarini durante il consiglio comunale. Gli accessi al Pronto soccorso Covid, nel periodo 1 ottobre – 15 marzo sono stati 845 mentre quelli ordinari sono stati 13mila. I ricoveri Covid sono stati 509, di cui 369 di residenti della città di Foligno, mentre in area ordinaria ci sono stati 2.940. Il numero di tamponi effettuati è di 17.453 e sono raddoppiati a febbraio e marzo, rispetto a gennaio. Le somministrazioni di dosi effettuate presso i  punti vaccinali di Foligno sono state 4.380 e di queste, le somministrazioni effettuate ai soggetti residenti nel comune di Foligno sono state 3.138.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!