Direttore musei Deruta gratis, 18 domande: incarico a professor Mancini

Direttore musei Deruta gratis, 18 domande: incarico a professor Mancini

Redazione

Direttore musei Deruta gratis, 18 domande: incarico a professor Mancini

Concluso l'iter per l'incarico di direttore dei 2 musei derutesi al centro di polemiche per la sua gratuità. Il sindaco ringrazia commissione e partecipanti
Mar, 21/07/2020 - 10:42

Condividi su:


Direttore musei Deruta gratis, 18 domande: incarico a professor Mancini

Nonostante le polemiche per l’incarico senza retribuzioni, si sono candidati in 18. Ed ora Deruta ha il nuovo direttore dei suoi musei (quello della Ceramica e la Pinacoteca).

Il Comune di Deruta ha infatti pubblicato la graduatoria relativa alla selezione portata avanti in queste settimane non senza polemiche. Per il direttore dei due musei, infatti, non è previsto alcun compenso, ma un rimborso spese. A vincere la selezione il professor Francesco Federico Mancini, docente all’Università degli studi di Perugia.

L’incarico di direttore di 2 musei

La selezione pubblica riguardava appunto l’incarico di direttore del Museo regionale della ceramica e della Pinacoteca comunale di Deruta. L’iter della commissione giudicatrice è stato concluso e la graduatoria pubblicata all’albo pretorio dell’ente. Gli esiti di tale procedura sono stati approvati dal responsabile dell’area Daniela Arcangeli e ora si procederà alla formalizzazione della nomina di direttore, quindi all’affidamento dell’incarico.

La graduatoria per direttore dei musei della ceramica e Pinacoteca

La graduatoria vede al primo posto Francesco Federico Mancini, a seguire Luca Pesante, Alessandra Cannistrà, Paolo Nardoni, Riccardo Freddo, Daniele Bernardini, Diego Cavallaro, Dominique Lora, Roberto Principe e Fabrizio Mosci. Il ruolo di direttore dei due musei, dunque, è di Mancini. Salvo suoi ripensamenti.

I ringraziamenti del sindaco

“Ringrazio la commissione, formata da alte professionalità – afferma il sindaco, Michele Toniaccini – per l’ottimo lavoro svolto, a partire dal presidente Franco Cocchi, ampiamente conosciuto dalla comunità derutese ed esperto d’arte e ceramologo (nonchè direttore dell’Unità operativa complessa “Formazione e Sviluppo delle Competenze” Asl1 Roma); Lucia Arbace, storico dell’arte e direttore del polo Museale dell’Abruzzo; e Fabio Marcelli, ricercatore e professore di Storia dell’Arte presso il Dipartimento di Filosofia, Scienze Sociali, Umane e della Formazione all’Università degli Studi di Perugia. Come pure gli uffici comunali di riferimento: commissione e uffici hanno avuto un ruolo fondamentale nella concretizzazione di questo percorso”.

La presentazione di Mancini

Ora ci attende un’altra fase, – prosegue il primo cittadino – quella della ufficializzazione dell’incarico. Si prevede la convocazione del primo classificato entro le prossime settimane. Si sta pensando anche alla presentazione del direttore Mancini alla comunità derutese, coinvolgendo tutta la cittadinanza e le Istituzioni locali e nazionali. Avrei potuto – ribadisce il primo cittadino – affidare direttamente l’incarico, invece, ho fatto la precisa scelta, di qualità, di procedere con l’avviso e di affidare a una commissione esterna, la selezione, per garantire massima trasparenza e correttezza, ma soprattutto per individuare le migliori professionalità che potessero accompagnarci nell’ulteriore potenziamento di questa eccellenza, il Museo, che ricordo essere patrimonio regionale e nazionale. Da questa scelta, che sono certo darà lustro al Museo e a tutta Deruta, non solo è stata individuata la figura del direttore, ma ne è scaturita una ulteriore opportunità, data dalla rosa dei nomi presente in graduatoria che è di altissimo livello. Sono risorse preziose di cui si può e si deve tener conto. Si è creato un pool di professionalità, alcune delle quali si sono dette  pronte a dare il proprio contributo per la crescita e lo sviluppo di Deruta e la diffusione  della cultura. Ringrazio tutti i partecipanti all’avviso, che sono stati davvero tanti, 18 domande non è un numero irrilevante, con cui, mi auguro, di poter mantenere ottimi rapporti di collaborazione. Al direttore do, fin da ora, il mio benvenuto”.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!