Dal wi-fi gratuito al nuovo Curi: i progetti della Giunta comunale

Dal wi-fi gratuito al nuovo Curi: i progetti della Giunta comunale

Lavoro, cultura, sicurezza, cantieri: le 11 linee programmatiche di Romizi


share

Undici azioni per disegnare la Perugia del futuro. L’amministrazione Romizi ha presentato le linee programmatiche per il prossimo quinquennio. L’Amministrazione sostiene che, in continuità col precedente mandato, le linee programmatiche abbiano una valenza assoluta, perché rappresentano una progettualità di ampio respiro e sottintendono una specifica visione della città che si vuole realizzare. Le linee, inoltre, rappresentano idealmente il rinnovamento di un vero e proprio patto con i cittadini di Perugia che dovranno valutare, al termine del mandato, il rispetto nei fatti di quanto scritto su carta.

Il modello che le linee prefigurano è un modello “perugino”: lavorare mettendo da parte le polemiche e le personalizzazioni, e dando spazio alle idee concrete ed ai temi di confronto. Inoltre si vuole coniugare l’attenzione per la cura del quotidiano con un’azione più ampia che investe su ambizioni future.

Linea 1 Perugia 5.0

Entrando nel dettaglio delle singole linee programmatiche, per ciò che concerne la prima “Perugia cinquepuntozero”, sono declinati tre progetti principali: estensione del progetto “Circoscrizione 4.0”, istituzione aree wi-fi. libere e gratuite (oggi già presenti in alcune zone del centro storico  ed in corso di attivazione in 22 parchi cittadini) e la digitalizzazione dei quartieri.

Linea programmatica 2 “sviluppo economico e lavoro”

Vengono individuati tre progetti: creazione di un eco-sistema di start up, realizzazione del centro di grafica avanzata tramite recupero dell’ex scalo merci a Fontivegge, e piattaforma comunale del commercio elettronico.

Linea 3 “Bilancio, patto fiscale ed organizzazione”

Si propongono cinque progetti: revisione ed ottimizzazione della spesa corrente, miglioramento della capacità di riscossione delle entrate correnti, patto fiscale e tariffario, riorganizzazione degli uffici e dei servizi, digitalizzazione delle procedure e degli atti amministrativi.

Linea 4 “politiche sociali”

Presenta quattro progettualità: rafforzamento dei servizi e sperimentazione di nuovi modelli di affidamento dei servizi, attuazione del piano per le politiche familiari, città a misura di tutti, inclusiva, solidale (City4all) che sviluppi un welfare generativo attraverso una progettualità integrata con altri assessorati, patti di collaborazione cittadina, attraverso la condivisione di responsabilità dei beni comuni e sviluppare un protagonismo attivo dei cittadini. Tutti i progetti dovranno essere tra loro coordinati attraverso l’azione dei diversi assessorati.

Linea 5 “Sicurezza”

Si caratterizza per cinque progetti: Nuovo Patto per Perugia Sicura con la piena attuazione del posto fisso nel quartiere di Fontivegge e nel centro storico, Dare continuità ai progetti avviati nelle scuole sulla formazione alla legalità, alla sicurezza stradale, alla prevenzione e contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti e del fenomeno delle truffe agli anziani nei luoghi di aggregazione sociale; Ampliamento della rete di videosorveglianza nei “luoghi sensibili” ed in particolare a ingressi ed uscite del raccordo della superstrada per il monitoraggio delle targhe dei veicoli in transito; Ammodernamento delle tecnologie a supporto del controllo del territorio (nuova centrale operativa della Polizia municipale, implementazione del parco auto, acquisto strumenti di rilevazione automatizzata delle infrazioni e radio-portatili); Collaborazione tra cittadini, Comune e Forze di Polizia a competenza generale attraverso l’implementazione dei protocolli di controllo del vicinato.

Secondo il pensiero dell’Amministrazione la sicurezza per realizzarsi compiutamente passa per tre punti: ruolo ed attività delle forze dell’ordine, riqualificazione delle aree ed inserimento di progettualità da parte dell’Amministrazione, nuovo protagonismo dei cittadini.

Linea 6 “cultura”

Sette i progetti: Manifestazioni ed eventi culturali, Integrazione degli spazi dedicati alla cultura, Implementazione sistema bibliotecario, Implementazione e integrazione del sistema museale, Partecipazione di Perugia alla strada europea dei Templari (T.R.E.F.), Stagione Lirica e Orchestra stabile di Perugia, Valorizzazione della Perugia etrusca (progetto Spur per il riconoscimento Unesco delle mura etrusche).

Linea 7 “turismo”

Presenta tre progettualità: Costituzione di una cabina di regia-osservatorio sul turismo, Piattaforma di marketing territoriale, Info-point e nuova segnaletica turistica.

Linea 8 “ambiente e sviluppo sostenibile”

Sono individuati in via principale otto progetti finalizzati al raggiungimento di alcuni obiettivi strategici tra cui: arrestare il consumo di suolo, minimizzare i carichi inquinanti nel suolo, nei corpi idrici superficiali e nelle falde sotterranee, per assicurare un buon livello dello stato ecologico dei sistemi naturali,  ridurre le emissioni ed abbattere le concentrazioni inquinanti in atmosfera, prevenire i rischi naturali ed antropici ed aumentare la capacità di resilienza dell’ambiente urbano e del territorio, incrementare l’efficienza energetica e la produzione di energia da fonti rinnovabili, sostenere la prevenzione, il riutilizzo ed il riciclaggio dei rifiuti facendo ricorso ad impianti adeguati e a sistemi di raccolta differenziata efficaci.

Gli otto progetti proposti in tal senso sono: la candidatura di Perugia a “Capitale Verde Europea”, l’applicazione della Tariffa puntuale nella gestione dei rifiuti, lo sviluppo del Progetto “Futuro nel verde”, il completamento della microzonazione sismica del territorio comunale, la definizione di un piano degli impianti di comunicazione a supporto delle nuove tecnologie di comunicazione, la mappatura delle aree a maggior rischio idrogeologico, il miglioramento dell’efficienza energetica degli edifici pubblici, LIFE_CLIVUT Project, finanziato dall’Unione Europea, con la definizione del Piano comunale del verde.

Linea 9 “investimenti e cura del territorio”

Spiccano quattro progetti: Progetto di riqualificazione di Fontivegge (Piano Periferie/Agenda urbana), Cittadella Giudiziaria, Documento strategico-territoriale per lo sviluppo urbano sostenibile, Digitalizzazione dei processi.

Sono previsti ulteriori obiettivi strategici tra cui interventi per la residenzialità nel centro storico e nei centri minori, l’incentivazione al recupero ed alla riqualificazione dell’esistente, proposte per l’arredo urbano (oltre al completamento di quelle già in atto, come Arconi, mercato coperto e Turreno, si pensa alla riqualificazione di piazza Danti, alla valorizzazione dei borghi storici all’interno delle mura, alla risistemazione dell’ambito urbano).

Linea 10 “scuola e sport”

Per ciò che concerne l’area “scuola”, i progetti volti a realizzare interventi di edilizia scolastica (innalzamento dei livelli di sicurezza, riqualificazione dei plessi, ecc.). Per quanto riguarda l’area “sport”, si segnalano la manutenzione ed il rinnovamento dell’impiantistica, il completamento della riqualificazione dei palazzetti di Pian di Massiano, di viale Pellini e delle piscine comunali, il progetto volto alla realizzazione di un nuovo impianto di calcio “Renato Curi”.

Linea 11  “mobilità sostenibile” 

E’ caratterizzata dal progetto per l’attuazione del piano urbano della mobilità sostenibile (PUMS), già approvato nei mesi scorsi. L’auspicio in questa partita è che a Perugia possano essere veicolate dalla Regione maggiori risorse per il tpl, ricomprendendo nel fondo anche i sistemi di mobilità alternativa, oggi esclusi.

Quindici, invece, sono gli indirizzi strategici individuati dall’Amministrazione.

Si tratta di :

– Sviluppo della digitalizzazione

– Riqualificazione del territorio

– Promozione dell’imprenditorialità

– Stabilità del bilancio

– Valorizzazione delle risorse professionali

– Co-progettazione secondo la logica del c.d. welfare generativo

– Presidio del territorio per coordinare ed intensificare relazioni

– Salvaguardia dei diritti delle persone in difficoltà socio-economica

– Collaborazione con soggetti Pubblici e Privati

– Collaborazione con le Forze dell’Ordine e con le Autorità di Pubblica Sicurezza

– Mettere in relazione il “sistema cultura” con il “sistema impresa”

– Sponsorizzazioni e partnership

– Valorizzazione e tutela dei beni culturali

– Promozione delle eccellenze

– Pianificazione degli investimenti in materia di edilizia scolastica ed impiantistica sportiva.

share

Commenti

Stampa