Credito, beffati i risparmiatori umbri - Tuttoggi

Credito, beffati i risparmiatori umbri

Redazione

Credito, beffati i risparmiatori umbri

Risarcimenti per chi ha perso soldi nelle banche venete, non per i crac del centro Italia: l'appello di Federconsumatori ai parlamentari locali
Lun, 24/12/2018 - 10:07

Condividi su:


I risparmiatori azionisti delle vecchie Banca Etruria, Carichieti, Banca Marche e Cassa di Risparmio di Ferrara “traditi” dalla Manovra del Governo nell’ultima stesura votata al Senato. A puntare l’indice è il presidente umbro di Federconsumatori, Alessandro Petruzzi, che da subito si era attivato, tre anni fa, anche con assemblee pubbliche e servizi mirati, per far recuperare ai risparmiatori umbri i soldi persi.

Petruzzi chiede ai parlamentari umbri e ai rappresentanti dei partiti di governo: “Perché questo ‘tradimento’ “?

Ricorda il presidente di Federconsumatori: “Per mesi si sono scagliati contro le banche, promettendo azioni di responsabilità verso i responsabili dei dissesti, hanno promesso solennemente, da Conte, a Salvini, a Di Mmaio, che avrebbero creato un fondo per l’indennizzo dei risparmiatori ‘traditi’  dalle banche. Dalla lettura del testo approvato si scopre la presa in giro e l’ennesimo ‘tradimento’, cioè che potranno accedere al risarcimento solo coloro che avevano investito in Banca Popolare di Vicenza e Veneto Banca. Perchè – chiede Petruzzi – questa discriminazione? Perché i cittadini del centro Italia residenti in zone (come la dorsale appenninica) fortemente colpite dalla crisi, sono stati beffati?”.

Federconsumatori invita tutti i risparmiatori ad una forte mobilitazione e chiede ai parlamentari umbri e ai rappresentanti dei partiti di maggioranza spiegazione di quello che appare un vero e proprio voltafaccia.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!