Covid, muore a Perugia poliziotto della penitenziaria a soli 55 anni

Covid, muore a Perugia poliziotto della penitenziaria a soli 55 anni

Redazione

Covid, muore a Perugia poliziotto della penitenziaria a soli 55 anni

Gio, 25/03/2021 - 12:32

Condividi su:


Massimo Fabrizio Rossi era vice sovrintendente in servizio al Nucleo Traduzioni e Piantonamenti | Il dolore del Sappe e dei colleghi

Non ce l’ha fatta Massimo Fabrizio Rossi, il sovrintendente di polizia penitenziaria morto a soli 55 anni dopo aver lottato a lungo contro il Covid.

A dare la triste notizia è stato il Sappe (Sindacato autonomo di polizia penitenziaria): “Massimo Rossi a luglio avrebbe compiuto 56 anni. Era sposato ed aveva una figlia di sedici anni. Era vice sovrintendente in servizio al Nucleo Traduzioni e Piantonamenti e da giovane aveva fatto parte del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre con l’Astrea calcio”.

Il Sappe lo ricorda così: “Massimo, sempre impeccabile nell’uniforme e con un grande senso del dovere, era persona stimata e rispettata in tutte le sedi istituzionali di Perugia. Insomma un grande poliziotto che ha lasciato un vuoto incolmabile. Tutti i colleghi di Perugia si stringono intorno ai suoi cari”.

Si tratta dell’undicesima vittima del Covid nella polizia penitenziaria.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!