Costa Concordia: una class action da 14mila euro a passeggero - Tuttoggi

Costa Concordia: una class action da 14mila euro a passeggero

Redazione

Costa Concordia: una class action da 14mila euro a passeggero

Ven, 27/01/2012 - 11:44

Condividi su:


Adoc stima che l’85% degli interessati aderirà all’accordo tra il Comitato Naufraghi Concordia, di cui l’Adoc ne è membro, e Costa Crociere. Un accordo che prevede il risarcimento per i passeggeri della nave di quella notte maledetta così suddiviso: 11mila euro da sommare a circa 3mila euro di rimborsi per le spese sostenute, inclusa la quota pagata per la crociere per ogni passeggero, oltre eventuali altre indennità previste da assicurazioni eventualmente stipulate dai passeggeri. Una vera class action stragiudiziale, che risarcisce anche il danno biologico per stress e vacanza rovinata in modo congruo. “Nel raggiungere l’accordo – afferma Adoc – abbiamo tenuto conto del codice del turismo italiano e delle situazioni normative previste in altri Paesi, dato che i passeggeri coinvolti nel naufragio della Costa Concordia sono di varie nazionalità”. “E’ un accordo democratico – continua la nota – che non fa distinzioni né di ceto né dei Paesi di provenienza dei passeggeri, vale in tutto il mondo e la Costa Crociere lo diffonderà nelle varie lingue. L’accordo è valido per tutti, e non solo per chi decide di fare causa, e permetterà ad ogni passeggero di ottenere un risarcimento immediato di 11mila euro più 3mila euro di rimborsi, che saranno liquidati entro una settimana dall’accettazione sia in Italia che nel resto del mondo, senza risvolti legali e senza tempi lunghi di giudizio”. Ricordiamo che l'accordo interessa circa 3.000 passeggeri di 60 diverse nazionalità, di cui circa 900 italiani. Il risarcimento riguarderà anche i bambini, per cui una famiglia di due adulti e due bambini otterrà quasi 50.000 euro complessivi. “Stimiamo che ad aderire all’accordo sarà l’85% degli interessati”, afferma Adoc, “che riceveranno direttamente da Costa Crociere la proposta e la modulistica per l’accettazione. Restano in ogni caso esclusi tutti coloro che hanno subito danni fisici per i quali è prevista una trattativa individuale. Vogliamo sottolineare, inoltre – precisa l’Associazione – il ruolo di facilitatore svolto da Astoi, che ha convocato il tavolo e che ha permesso di raggiungere dopo una trattativa di oltre 16 ore ininterrotte questa soluzione, che comunque lascia liberi gli interessati di aderire all’accordo o di scegliere altre strade molto più lunghe ed onerose”. Presso le sedi Adoc o nel sito www.adoc.org si può richiedere o scaricare la lettera di adesione concordata con la stessa Costa Crociere per la richiesta dei danni .

Ale.Chi.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!