CLUB ALE' VS CLUB DEI PIACERI: LA SFIDA CANORA VA A PACIOTTO & CO., MA SULLE PARI OPPORTUNITA' NESSUNO BATTE GLI UOMINI DI EMILI! STRAORDINARIA PROVA DI MUSCO-CALANDRI, MA NON ERANO IN GARA (Foto e 2 Video – Guarda, dì la tua) - Tuttoggi.info

CLUB ALE' VS CLUB DEI PIACERI: LA SFIDA CANORA VA A PACIOTTO & CO., MA SULLE PARI OPPORTUNITA' NESSUNO BATTE GLI UOMINI DI EMILI! STRAORDINARIA PROVA DI MUSCO-CALANDRI, MA NON ERANO IN GARA (Foto e 2 Video – Guarda, dì la tua)

Redazione

CLUB ALE' VS CLUB DEI PIACERI: LA SFIDA CANORA VA A PACIOTTO & CO., MA SULLE PARI OPPORTUNITA' NESSUNO BATTE GLI UOMINI DI EMILI! STRAORDINARIA PROVA DI MUSCO-CALANDRI, MA NON ERANO IN GARA (Foto e 2 Video – Guarda, dì la tua)

Dom, 13/12/2009 - 16:15

Condividi su:


Le differenze ci sono e si vedono. Ma anche i punti di intesa. E' filata via in allegria la cena che ha visto per la prima volta tutti intorno ad un tavolo, ovviamente imperiale, i soci del Club Alè e quelli del Club dei Piaceri. A far da cornice all'evento il ristorante San Lorenzo che non ha fallito il delicatissimo compito di accontentare i superbi palati dei trenta invitati. Tutti di sesso maschile, come aveva preteso l'ortodosso presidente Roberto Paciotto: il club Alè, com'è noto, non ammette infatti le donne e il motivo resta ancora un po' oscuro.

Quelli di Emili hanno fatto buon viso a cattivo gioco ma solo fino al contorno. Perchè al momento di servire il dolce – uno strepitoso millefoglie con nutella e frutta – ecco che sono spuntate dal nulla una decina di giovani donzelle, socie 'storiche' del Club dei Piaceri, che a restarsene a casa proprio non volevano saperne. Per lo più mogli e fidanzate degli 'emilini'.

Le differenze – sul piano dello 'stile', non c'è stata pressochè storia. Rotini & Co. Si sono presentati in impeccabili vestiti dal sapore inglese con tanto di scarpe tirate a lucido. Non bastasse anche i cartellini appuntati al doppiopetto dove comparivano nomi e cariche: tutte 'altissime', tanto per lasciare in imbarazzo i colleghi del club. Che da ben 5 anni sottostanno all'unica carica prevista dallo Statuto: quella del presidente Emili. Sotto a lui, in pratica, il vuoto.

Più sportivi gli avversari, in jeans e maglione seppur griffati. Paciotto ed Emili hanno cenato a fianco l'un l'altro, come fossero vecchi amici. Tanto che al taglio della torta qualcuno ha sospettato che stessero per scambiarsi anche le fedine di fidanzamento.

Le intese – fra complimenti e applausi reciproci, i due club cittadini hanno dimostrato di avere molte affinità e non solo in campo enogastronomico. Per febbraio, infatti, hanno deciso di organizzare una cena durante la quale raccogliere fondi da destinare in beneficenza.

Il duello canoro – è stato il momento più importante della serata, quello per il quale i 'paciottini' si erano preparati con tanto di prove generali. Emili, coscio e conscio dei suoi limiti, ha provato il colpaccio schierando nientepopodimenoche il noto sax di Alessandro Musco, accompagnato per l'occasione da Carlo Calandri. Una esibizione, la loro, a dir poco superba che ha strappato applausi anche dagli altri ospiti del ristorante che hanno seguito a distanza la sfida (diversi quelli che hanno approfittato dell'inconsueto karaoke per dar fondo alle proprie corde vocali). Apprezzabilissimo il 'gesto' umanitario di Musco e del presidente del Stl Calandri, anche se pochi minuti dopo è venuto fuori che i due non sono soci del Club dei Piaceri. E pensare che Emili era pronto a nominare, seduta stante, Calandri Vice presidente della propria associazione. La sfida per la verità non ha registrato grandi emozioni e alla fine l'unica degna di nota è stata quella di Massimo Scarabottini (voce e chitarra). Per il resto i commensl-cantanti son sembrati emozionati. Persino il sempre lucido e freddo a.d. Andrea Rotini non ha brillato (tanto da ipotizzare una retrocessione nel suo grado magari a vantaggio del più giovane socio Federico Petroni, assente per motivi di lavoro). Il Club Alè è rimasto quasi sempre in vantaggio. Anche perchè le prove di Emili, come quelle del trio Barbatelli-Rinaldi-Mattioli hanno lasciato alquanto desiderare: roba da far crinare i bicchieri di cristallo. A rimettere in pareggio gli avversari è stato – insieme alla esibizione (poco più che sufficiente) dell'avvocato Coricelli e dell'imprenditore Di Marco – il clamoroso autogol del duo Brunetti-Cordani che, certi di un figurone, hanno intonato l'inno libico. Una figuraccia! Da far crepare di risate tutti i cammelli del Sahara. Con tutti i cammellieri. Il vice presidente Asaro con Gentili hanno sbiancato in volto ed han così deciso di restare ai propri posti. Ci ha provato allora Alberto Del Frate con 'Erba di casa mia'. Mancava solo il 'colpo di classe'. Che è arrivato dal colto professor Gianpaolo Campana quando ha intonato 'Piccolo fiore'. Sarà stata la voce, il capello al vento o il gioco di gambe e bacino, fatto è che l'italico Kabir Bedi ha strappato l'ovazione di tutti i presenti assegnando alla fine la vittoria ai suoi tigrotti. Al Club dei Piaceri, la palma per le 'Pari opportunità', aspetto questo dove il Club Alè manca e di molto.

Video

Club Alè vs Club dei Piaceri: La sfida (1) – clicca qui

Club Alè vs Club dei Piaceri: La sfida (2) – clicca qui


Condividi su:


ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_spoleto

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!