Cittadinanzattiva contro la Regione sui rifiuti: "Scelte diverse dall'Europa"

Cittadinanzattiva contro la Regione sui rifiuti: “Scelte in controtendenza con l’Europa”

Redazione

Cittadinanzattiva contro la Regione sui rifiuti: “Scelte in controtendenza con l’Europa”

Dom, 09/01/2022 - 17:31

Condividi su:


Critiche sul termovalorizzatore, gestione del Css e ciclo rifiuti

Cittadinanzattiva contro la Regione sulle scelte prese in materia di rifiuti. “È stato lo stesso assessore regionale dell’Ambiente Roberto Morroni a dare conto che “il Servizio regionale competente ha aggiornato l’Autorizzazione Integrata Ambientale (AIA) delle cementerie di Gubbio, integrando nel provvedimento autorizzativo specifiche prescrizioni e condizioni di monitoraggio e controllo concernenti l’utilizzo di Combustibile Solido Secondario-combustibile (CSS-C) derivante dal trattamento di rifiuti urbani e/o di rifiuti speciali non pericolosi in parziale sostituzione (45%) del combustibile fossile attualmente utilizzato per la produzione di cemento (coke di petrolio e/o carbone fossile)“, sottolinea la nota.

Rifiuti, termovalorizzatore da 100 milioni nel 2030 “Umbria come Copenaghen”

Disatteso il parere delle istituzioni locali

L’associazione ricorda come la Regione abbia “disatteso il parere di Comune, Provincia e USL Umbria 1 che chiedevano la valutazione di impatto ambientale (VIA) delle modifiche richieste dai cementifici a fronte dei problemi di una popolazione che da anni convive con impianti inquinanti come le cementerie, per di più annunciando che “ l’utilizzo di CSS-Combustibile nei cementifici di Gubbio avverrà al di fuori della gestione del ciclo dei rifiuti regionale”.

“Scelte contro l’Europa”

I coordinatori Anna Rita Cosso e Marco Capoccia vanno contro le scelte relative alle discariche e al termovalorizzatore: “in controtendenza a Green Deal della UE, Economia Circolare, nuove norme OMS sulla qualità dell’aria. Quanto al progetto perseguito da Morroni di realizzare un’inceneritore, a Copenaghen l’inceneritore si è rivelato un vero fallimento tecnico-economico e di questo occorrerà informare subito l’assessore perché ne prenda atto. L’Umbria – prosegue Cittadinanzattiva –  dovrebbe guardare invece  a tutto ciò che insegna l’Europa : prevenzione-riduzione dei rifiuti e recupero di sostanza organica e materiali riciclabili dai rifiuti, bandendo interramento e incenerimento che contribuiscono con le loro emissioni ad aggravare il cambiamento climatico. Cittadinanzattiva pone anche l’attenzione sul fatto che la raccolta differenziata nel 2020 non ha centrato gli obbiettivi prefissati : 66,2% contro il 72,3% prefissato“.

Porta a porta per premiare i cittadini virtuosi

La strada giusta, per l’associazione, è una “strategia di raccolta differenziata ‘porta a porta’, con ricorso alla tariffa puntuale che premia i cittadini virtuosi. Il no verso l’inceneritore è netto e viene aggiunta una domanda:  la Regione è a conoscenza che la Commissione Europea a proposito del principio “non arrecare danno significativo all’ambiente” (DNHS) sostiene che l’incenerimento dei rifiuti non pericolosi debba considerarsi un’attività che arreca danno significativo all’ambiente e che quindi non può essere finanziata dal PNRR? Dobbiamo constatare  che la Regione Umbria inaugura il 2022 con due scelte contrastanti con le linee guida della Commissione Europea, perché nella nostra Regione si brucerebbe sia nell’inceneritore che nei cementifici di Gubbio. Noi Cittadini Attivi non vogliamo un’Umbria ‘maglia nera’ dei rifiuti, ma una regione competitiva, salubre, in sintonia con l’Europa!“.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!