Città di Castello entra nel direttivo dell’associazione nazionale “Città del Tartufo”

Città di Castello entra nel direttivo dell’associazione nazionale “Città del Tartufo”

Il sodalizio riunisce circa 50 città italiane, le realtà maggiormente votate a questo prodotto del sottobosco

share

Nell’anno della 40^ edizione della Mostra nazionale, Città di Castello è entrata nel direttivo dell’associazione nazionale “Città del Tartufo”, che ha riunito nei giorni scorsi l’assemblea dei soci a Scheggino.

Il sodalizio riunisce circa 50 città italiane, le realtà maggiormente votate a questo prodotto del sottobosco, ed è impegnata nella valorizzazione a tutti i livelli, nazionale ed internazionale, dell’eccellenza e della cultura che porta con sé questo prodotto.

In questo senso l’associazione ha portato avanti la campagna per il riconoscimento di patrimonio immateriale Unesco della cavatura del tartufo e sta organizzando attività che possano portare in evidenza nelle maggiori piazze dell’enogastronomia, da Fico a New York, questo prodotto made in Italy.

La partecipazione di Città di Castello all’Associazione si pone all’interno di questo interesse ed è particolarmente significativa per i numeri di cavatori, circa 2000, che operano nel territorio e per la peculiarità della trifola, che in Alto Tevere è diffusa e oggetto di una pratica molto specifica.

share

Commenti

Stampa