Città di Castello, l'ospedale ha un nuovo mezzo di soccorso - FOTO - Tuttoggi

Città di Castello, l'ospedale ha un nuovo mezzo di soccorso – FOTO

Redazione

Città di Castello, l'ospedale ha un nuovo mezzo di soccorso – FOTO

Mar, 09/10/2012 - 14:43

Condividi su:


Città di Castello, l'ospedale ha un nuovo mezzo di soccorso – FOTO

Nel quadro del progetto di aggiornamento strutturale, strumentale e organizzativo del servizio di Pronto Soccorso-118 dell’Ospedale di Città di Castello, si inserisce un nuovo tassello: la donazione da parte di Coop Umbria Casa di una Fiat Panda a gas metano destinata al dipartimento di Emergenza della ASL 1.

“A nome dell’azienda e del dipartimento – dichiara il direttore generale della ASL 1 Andrea Casciari – ringrazio Coop Umbria Casa che da anni collabora con la nostra azienda sostenendo numerose iniziative. Nel caso specifico, la donazione di questa auto ci sarà utile per rafforzare ulteriormente la risposta all'emergenza nel territorio, fornendo un supporto alle diverse attività dei servizi del dipartimento; in particolare, è già prevista la definizione, in accordo con la centrale operativa 118, di protocolli relativi all’utilizzo del mezzo come automedica. Le dimensioni ridotte e la conseguente agilità dell’auto infatti possono facilitare alcuni interventi degli operatori sul territorio, consentendo inoltre, quando necessario, di rendere indipendenti gli spostamenti dell'equipaggio da quelli del paziente, che avvengono sempre tramite ambulanza. La stessa auto potrà inoltre essere utilizzata in cosiddette attività collaterali del dipartimento di emergenza (trasporto presidi, trasferimento medici da un ospedale all’atro, ecc.): questo rafforzerà la già presente e necessaria attività in rete delle unità operative di Pronto Soccorso e, più in generale, delle unità operative afferenti al dipartimento di emergenza unico per entrambi i presidi ospedalieri. Si tratta – conclude Casciari – di un nuovo esempio di efficace collaborazione tra sanità pubblica e imprese del territorio che in Alto Tevere, insieme ad un attivo associazionismo, produce da anni vantaggi concreti per la comunità”.

Profondamente radicata nella regione, negli anni Coop Umbria Casa ha saputo cogliere l’opportunità di stringere con i cittadini umbri legami che vanno al di là del settore economico e professionale in cui opera. “Dal 1994 – precisa il presidente Paolo Bocci – abbiamo deciso di destinare, ogni anno, parte dei nostri utili ad iniziative volte a finanziare operazioni di mutualità a favore dei soci ma anche a sostenere iniziative di solidarietà a favore dell’intera collettività tra cui la donazione di macchinari e strumenti medico sanitari a favore di varie strutture sanitarie ed ospedaliere, donazioni di automezzi per il servizio di medicina sul territorio e di primo soccorso a favore di varie associazioni di volontariato. La donazione di una Panda alla ASL 1 va in questa direzione. L’obiettivo è di far interagire la struttura del 118 con il servizio di Pronto Soccorso, permettendo quindi di affrontare in tempi più rapidi le emergenze. La scelta tra l’altro è caduta su di un’auto a metano sia per contenere le spese di gestione sia per avere un mezzo ecologicamente sostenibile”.

Tra le iniziative sostenute da Coop Umbria Casa a favore della ASL 1 e in generale della comunità altotiberina ci sono l’acquisto di attrezzature mediche per l’ospedale di Città di Castello (1999), di automezzi per il servizio di medicina sul territorio e di apparecchiatura medica per il plesso ospedaliero di Umbertide (2004), di arredi per la sala riunioni dell’ospedale di Città di Castello (2005) e di un’autoambulanza (2007) per un importo di circa 120mila euro.

Il mezzo è stato presentato il 9 ottobre 2012 in occasione di una conferenza stampa alla quale hanno partecipato Paolo Bocci, presidente di Coop Umbria Casa, Andrea Casciari e Silvio Pasqui, direttore generale e direttore sanitario della ASL 1, Sergio Cozzari, direttore del dipartimento di Emergenza DEA dell’ospedale di Città di Castello, e Corrado Cecci, responsabile del Pronto Soccorso -118 dell'ospedale di Città di Castello.

Il servizio di Pronto Soccorso-118 di Città di Castello ha un ampio bacino d'utenza che si estende a sud fino alle porte di Perugia, a nord fino a Pieve Santo Stefano, a est fino ad Apecchio-Cagli e a ovest fino alla periferia di Cortona. Gli accessi annualmente sono circa 30.000, di cui 3.400 tramite l'attivazione del servizio 118.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Verisone più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!