Castelluccio, “nessuna sosta a pagamento per le auto”. Così il sindaco di Norcia Stefanelli

Castelluccio, “nessuna sosta a pagamento per le auto”. Così il sindaco di Norcia Stefanelli

share

Il Parco Nazionale dei Monti Sibillini chiama, Norcia risponde. Non si è fatta attendere la replica del primo cittadino Paolo Stefanelli nei confronti del direttore del parco Franco Perco circa la possibilità di introdurre soste a pagamento per le auto nella zona di Castelluccio (leggi qui).

“Sarà stato sicuramente un colpo di sole quello preso dal Direttore del Parco nazionale dei Monti Sibillini Franco Perco, perché a Castelluccio, per i prossimi mesi estivi e per il futuro, non sono assolutamente previste soste a pagamento”. Così il sindaco di Norcia Gian Paolo Stefanelli smentisce le dichiarazioni rilasciate a mezzo stampa dal Direttore Perco che, a suo dire, “dovrebbe interessarsi più delle problematiche di sua competenza e non diffondere informazioni false, tra l’altro del tutto estranee e non condivise dal sottoscritto”.

“Castelluccio – sottolinea Stefanelli – è uno dei più bei siti italiani, di grandissima valenza ambientale e naturalistica, che il Comune di Norcia, di concerto con il Parco Nazionale dei Monti Sibillini, continua a promuovere attraverso politiche di sviluppo sostenibile. E’ un habitat delicato che sarà valorizzato anche grazie agli ingenti fondi del Programma Operativo Regionale del Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (Por-Fesr 2007/2013 Asse 2), che sono fondi comunitari per la promozione di interventi ambientali e per la valorizzazione della rete dei siti Natura 2000. Molti degli interventi previsti dal Programma nel Comune di Norcia interesseranno il bacino di Castelluccio, per il quale il Parco, che si è fatto tramite degli stessi fondi, ha provveduto ad assegnare il progetto esecutivo. Sarà invece a cura del Comune di Norcia l’appalto, entro la fine di questo mese, per la realizzazione delle opere”.

Tutte le azioni intraprese finora, quindi, sono state orientate non solo alla salvaguardia e alla valorizzazione della suggestiva località ma anche all’incremento del turismo. “Un settore questo – continua Stefanelli – che rappresenta una vera e propria boccata di ossigeno per il nostro territorio, soprattutto nel periodo estivo. L’incentivazione del turismo ci ha portato a dire un ‘no’ fermo alla tassa di soggiorno, in controtendenza rispetto a tanti altri Comuni italiani. Del resto – spiega – in un momento in cui la capacità di spesa dei turisti, italiani in particolar modo, risulta ridotta a causa della forte crisi economico-recessiva in corso, non potevamo incidere negativamente applicando anche questo balzello, che avrebbe dato il colpo di grazia alle nostre imprese e all’intero nostro sistema turistico”.

“E per questa stessa ragione – conclude il primo cittadino – non applicheremo nessuna tassa per la sosta delle auto a Castelluccio. In questi anni, anche nei giorni di maggiore affluenza dovuta alla ‘fiorita’ non si sono mai verificati problemi di parcheggi e comunque si è sempre vigilato per scongiurare le cosiddette ‘soste selvagge’. Continueremo così, contando sulla preziosa collaborazione delle forze dell’ordine, anche in vista del prossimo grande evento: il concerto del celebre violinista Uto Ughi, fissato proprio sul Piano di Castelluccio domenica 8 luglio”.

share

Commenti

Stampa