Brunello Cucinelli, altro tonfo in Borsa - Tuttoggi

Brunello Cucinelli, altro tonfo in Borsa

Massimo Sbardella

Brunello Cucinelli, altro tonfo in Borsa

Il titolo, giudicato "ad alto rischio" dagli analisti, perde ancora il 2,42% | Speculazione finanziaria ed economia reale: il paradosso | Le previsioni
Mer, 27/03/2019 - 19:41

Condividi su:


Brunello Cucinelli, altro tonfo in Borsa

Altra giornata nera in Borsa per Brunello Cucinelli. Il titolo dell’azienda umbra ha chiuso le contrattazioni a Piazza Affari a quota 30,20 cedendo il 2,42%. Un calo che segue l’arretramento di quasi un punto percentuale registrato nelle contrattazioni di martedì e che già aveva spinto gli analisti ad ipotizzare una evoluzione di breve termine al ribasso. Pur immaginando l’avvio di una fase a volatilità ridotta del titolo.

Un ribasso che era stato previsto dagli analisti di proiezionidiborsa.it che avevano inserito le azioni Brunello Cucinelli, in questa fase, tra quelle “ad alto rischio“.  Rispetto al consenso medio degli analisti su Brunello Cucinelli, infatti, il prezzo obiettivo medio veniva indicato 29,2 euro, per cui il titolo, già la scorsa settimana, risultava sopravvalutato di oltre 5 punti percentuali. L’aspetto da notare, però, è la forte sopravvalutazione prevista dal giudizio più ottimistico sul titolo. Anche nel caso del giudizio più ottimistico, invece, lo spazio per un apprezzamento è molto ridotto.

Su un arco temporale che va dai 90 giorni a 5 anni – hanno scritto gli analisti di proiezionidiborsa.it giusto una settimana fa – il titolo ha avuto una performance ottima sia rispetto al settore di riferimento che al mercato italiano. Gli ultimi 30 giorni, invece, hanno mostrato un titolo debole sia rispetto al settore di riferimento che rispetto all’indice italiano. Questa condizione ci conferma che, almeno nel breve periodo, Brunello Cucinelli è un titolo potenzialmente ad alto rischio“.

Addirittura si ipotizza il capolinea della proiezione rialzista. Per capire cosa accadrà si rende cruciale, nel brevissimo periodo, il mantenimento in un’area intorno a quota 30,38% – 30,58%. La tenuta potrebbe infatti favorire il rimbalzo fino ai massimi annuali di 35 euro. Un ulteriore ribasso sotto questa soglia, invece, potrebbe provocare un’accelerazione ribassista con obiettivo in area 25,4 euro.

Scenari non migliori, per gli azionisti, sono quelli indicati da TeleBorsa, che rileva un allentamento della curva rispetto alla forza espressa dal World Luxury Index. “Il contesto tecnico generale – scrivono gli analisti di TeleBorsa – evidenzia implicazioni ribassiste in via di rafforzamento per il Gruppo di Solomeo, con sollecitazioni negative tali da forzare i livelli verso l’area di supporto stimata a 29,78 Euro. Contrariamente alle attese, invece, sollecitazioni rialziste potrebbero spingere i prezzi fino a quota 30,93 dove staziona un importante livello di resistenza. Il dominio dei ribassisti alimenta attese negative per la prossima sessione con target potenziale posto a quota 29,37“.

Il 14 marzo il titolo era quotato 35,15 euro sino a piombare il giorno successivo a 31,50% con una delle peggiori cadute degli ultimi 12 mesi. A metà della scorsa settimana il titolo Brunello Cucinelli è tornato a veleggiare intorno a quota 32 euro, sino ai nuovi pesanti ribassi di questa settimana di contrattazione, con il nuovo tonfo di mercoledì 27 marzo.

E questo nonostante gli ottimi risultati nei mercati mondiali dell’azienda di Solomeo, confermati dai dati di metà marzo (tra cui l’utile netto a 51 milioni di euro) e dalla conferma dei ritmi di crescita per il 2019. Gli azionisti sono passati all’incasso (30 cent ad azione il dividendo proposto) e da quel momento il titolo (considerato sovrastimato), raggiunti i risultati, ha perso d’interesse, cedendo subito il 7% e segnando nuovi ribassi, sino al -2,42% di oggi.

Insomma, è questo il paradosso della moderna finanza che segue le regole delle speculazioni e non gli andamenti dell’economia reale: il titolo Brunello Cucinelli cede nel momento in cui l’azienda del re del cashmere continua ad avanzare nel mondo.


Condividi su:


Aggiungi un commento