Attivato il Numero Unico di Emergenza 112, protocollo d’Intesa tra Umbria e Marche - Tuttoggi

Attivato il Numero Unico di Emergenza 112, protocollo d’Intesa tra Umbria e Marche

Redazione

Attivato il Numero Unico di Emergenza 112, protocollo d’Intesa tra Umbria e Marche

Mer, 20/01/2021 - 09:55

Condividi su:


Attivato il Numero Unico di Emergenza 112, protocollo d’Intesa tra Umbria e Marche

Le telefonate ai numeri di emergenza 112, 113, 115 e 118 verranno convogliate verso un’unica Centrale di risposta situata ad Ancona

Nella mattinata del 19 gennaio si è tenuta presso la Prefettura una conferenza stampa in occasione dell’attivazione in Umbria del Numero Unico di Emergenza 112, alla quale hanno preso parte il Prefetto di Perugia, Armando Gradone, la Presidente della Regione, Donatella Tesei, il Prefetto di Terni, Emilio Dario Sensi, i Presidenti delle Provincie di Perugia e Terni, Luciano Bacchetta e Giampiero Lattanzi, l’Assessore del Comune di Perugia, Luca Merli, il Sindaco di Terni, Leonardo Latini, i vertici regionali e provinciali delle Forze di Polizia e dei Vigili del Fuoco, il Direttore del Servizio di Emergenza Sanitaria 118 Umbria, gli Assessori Regionali alla Salute, Luca Coletto ed alla Protezione Civile, Enrico Melasecche Germini, nonché, in videoconferenza, i responsabili della Centrale Unica di Risposta di Ancona.

Con l’attivazione del nuovo Numero Unico 112, avvenuta sulla base di un Protocollo d’Intesa tra Umbria e Marche, le telefonate ai numeri di emergenza 112, 113, 115 e 118 verranno convogliate verso un’unica Centrale di risposta situata ad Ancona, la quale, per entrambe le Regioni, in relazione al tipo di segnalazione ricevuta, provvederà a smistare la chiamata alla centrale operativa delle Forze di Polizia, dei Vigili del Fuoco o del Servizio Sanitario d’Emergenza, competente per territorio.

Il nuovo numero unico 112, che potrà essere direttamente contattato anche attraverso un’apposita App, per ogni tipo di emergenza, costituisce un importante esempio di sinergia tra tutte le istituzioni e le componenti del complesso sistema della sicurezza regionale interessate ed ha lo scopo di consentire di far fronte in modo sempre più tempestivo, efficiente ed efficace a situazioni emergenziali.

Il nuovo servizio si avvale, altresì, di un sistema di audioconferenza per la gestione delle chiamate in lingua straniera, gestendone la conversazione nella lingua utilizzata.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!