Arriva in Umbria “Appennino Bike Tour 2021”, la ciclovia più lunga d’Italia - Tuttoggi

Arriva in Umbria “Appennino Bike Tour 2021”, la ciclovia più lunga d’Italia

Redazione

Arriva in Umbria “Appennino Bike Tour 2021”, la ciclovia più lunga d’Italia

Sab, 24/07/2021 - 14:40

Condividi su:


Stamattina a Gubbio la presentazione ufficiale del più importante progetto di turismo sostenibile mai realizzato in Italia

È stato presentato ufficialmente stamattina (24 luglio), al Teatro Romano di Gubbio,Appennino Bike Tour – Il Giro d’Italia che non ti aspetti”, 2600 km dalla Liguria alla Sicilia, più di 300 Comuni attraversati e 44 Comuni tappa, 26 parchi e aree protette.

La ciclovia dell’Appennino organizzata da Legambiente e ViviAppennino, che ha preso il via in forma itinerante lo scorso 16 luglio da Altare (Savona), si concluderà l’8 agosto ad Alia (Palermo). Si tratta della più lunga ciclovia d’Italia: il più importante progetto di turismo sostenibile mai realizzato nel nostro Paese, nato da cittadini e cittadine e dalle associazioni e finanziato dalle istituzioni.

Il tracciato della ciclovia si sta animando in questi giorni di iniziative lungo tutto lo Stivale incrociando piccoli borghi, aree protette e territori resilienti. Un team di ciclisti, insieme a Legambiente e ViviAppennino, percorrerà la ciclovia dal nord al sud della Penisola, sostando in ognuna delle 44 tappe, dove saranno organizzati convegni, degustazioni e molti altri eventi insieme alle Amministrazioni locali, gli Enti Parco attraversati dal tracciato e le varie realtà interessate.

Durante le soste verrà presentato anche il Patto per il clima per l’Appennino, un impegno che Legambiente e ViviAppennino chiederanno ai sindaci locali di sottoscrivere per creare una rete di comuni della ciclovia dell’Appennino attiva contro le emissioni di gas climalteranti. Inoltre, durante la campagna, saranno inaugurate le postazioni di sosta e ciclo-officina con colonnine di ricarica per le e-bike realizzate da Misura in ognuno dei 44 comuni tappa, rendendo così il percorso ciclabile il primo in Italia così lungo completamente attrezzato per i cicloturisti.

Nella conferenza stampa di stamattina sono intervenuti Filippo Mario Stirati, sindaco di Gubbio, Sebastiano Venneri, portavoce nazionale Legambiente, Cristina Lupattelli, direttrice marketing Gruppo Colussi ed Enrico Della Torre, direttore generale di Vivi Appennino e ideatore del progetto. In mattinata c’è stato anche un tour in bicicletta nel centro storico di Gubbio.

La pandemia ha fortemente avvicinato le persone alla natura e allo sport, facendo esplodere in maniera inaspettata il cicloturismo, complice anche la diffusione delle e-bike – ha affermato Sebastiano Venneri, portavoce nazionale di Legambiente – È una vera e propria rivoluzione quella che stiamo vivendo e può rappresentare una nuova occasione di crescita e sviluppo sostenibile”. “Il passaggio in Umbria della carovana di promozione della ciclovia è per noi occasione per ribadire che la nostra regione si presta particolarmente alla valorizzazione turistica del proprio paesaggio tramite il turismo lento – ha aggiunto Maurizio Zara, presidente di Legambiente Umbria.

La Ciclovia dell’Appennino, 11^ ciclovia turistica nazionale – spiega Enrico Della Torre – è stata finanziata con 2 milioni di euro per l’installazione della cartellonistica dal Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili. Per l’autunno 2021, il percorso definitivo e le grafiche turistiche del percorso saranno consegnati al Ministero che potrà quindi procedere alla messa in opera della segnaletica rendendo tabellato l’itinerario Appennino Bike Tour per l’estate 2022. Al momento la Ciclovia, il cui tracciato va da Altare in Liguria ad Alia in Sicilia, è comunque percorribile attraverso le tracce scaricabili dal sito www.appenninobiketour.com”.

Anche ‘Misura’, marchio da sempre attento al benessere delle persone, ha contribuito al grande viaggio in bici lungo gli Appennini realizzando in ognuna delle 44 tappe delle postazioni ciclo-officina con aree di sosta e colonnine di ricarica per le e-bike. Un elemento essenziale ancora piuttosto carente nel nostro paese. 

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!