APPRODA A NORCIA L'INIZIATIVA DEL CONI “SPORT, PROVALI TUTTI”

share

Dopo l'esperienza dello scorso anno a Cascia, sbarca a Norcia l'iniziativa del Coni “Sport provali tutti”, volta a far conoscere agli studenti gli sport minori, quelli poco noti ed esercitati oppure addirittura non presenti sul territorio.
Il progetto è stato avviato a Norcia con il coinvolgimento delle quarte e quinte elementari e delle classi della scuola media dell'Istituto comprensivo “Roberto Battaglia”.
Nel corso dell'intera mattinata, grazie alla presenza di istruttori nazionali, gli studenti di Norcia hanno potuto conoscere e provare alcuni sport considerati tradizionali, come il lancio del ruzzolone, il tiro con l'arco, il tiro al piattello e il tiro alla fune, ma anche il rugby, la pallacanestro, la pallavolo, il badminton e tante altre specialità sportive, tra queste quelle rivolte appositamente ai diversamente abili, alla presenza di rappresentanti del Comitato Italiano Paralimpico.
“Scopo della nostra iniziativa – ha affermato il vice presidente vicario del Coni provinciale e responsabile del progetto, colonnello Domenico Ignozza – è quello di ampliare l'offerta sportiva del territorio, facendo conoscere tutte quelle discipline non presenti nei diversi Comuni e che altrimenti non sarebbero praticate. A questa prima fase del progetto, propriamente conoscitiva – ha spiegato – tra alcuni giorni seguirà quella di monitoraggio delle preferenze dei ragazzi. In base ai risultati numerici che saranno ottenuti per una o per un'altra disciplina – ha anticipato – in collaborazione con la scuola terremo un ciclo di lezioni monodisciplinari”.
La manifestazione di avvio del progetto, che a causa del maltempo è stata spostata presso la palestra attigua alla scuola media, è stata introdotta dai saluti dell'assessore al turismo Pietro Luigi Altavilla e dell'assessore all'istruzione Andrea Fraschetti.
“Questa iniziativa – ha detto Altavilla, salutando e augurando buon lavoro al nuovo dirigente scolastico del comprensivo Rosella Tonti – sposa la nostra politica di valorizzazione dello sport, considerato strumento di crescita della persona e divenuto ormai volano di sviluppo di questo territorio. Tutte le discipline sportive meritano di essere conosciute e praticate – ha proseguito Altavilla -. La dicitura ‘sport minori', per questo motivo, è da ritenere assolutamente riduttiva; basti pensare a cosa è accaduto in occasione delle ultime edizioni dei giochi Olimpici, all'entusiasmo della gente e all'audience fatta registrare da alcune discipline semisconosciute, a dir poco strabilianti”.
Entusiasta del progetto si è dichiarato anche l'assessore Fraschetti che ha colto l'occasione per ribadire la “vicinanza dell'amministrazione comunale alle necessità didattiche di tutte le istituzioni scolastiche della città”, confermando lo stanziamento in bilancio di appositi fondi a sostegno della loro progettualità. “Nel caso specifico dell'istituto comprensivo – ha aggiunto – l'amministrazione comunale si è espressa a sostegno di due progetti, ‘giochi della gioventù' e ‘gioco sport', riservando maggiore attenzione a quest'ultimo che, oltre a contribuire alla crescita psico-fisica dei ragazzi, mira a favorire processi di inclusione e di integrazione sociale”.

share

Commenti

Stampa