Appalti mensa e trasporto scolastico ai terremotati, 8 indagati: pure sindaco e consigliere regionale - Tuttoggi

Appalti mensa e trasporto scolastico ai terremotati, 8 indagati: pure sindaco e consigliere regionale

Sara Fratepietro

Appalti mensa e trasporto scolastico ai terremotati, 8 indagati: pure sindaco e consigliere regionale

Mer, 13/01/2021 - 14:39

Condividi su:


Inchiesta della Procura di Spoleto su Comune di Norcia e famiglia Bianconi per la gestione della mensa nei container collettivi e il trasporto scolastico

Nuova inchiesta sulla gestione del post terremoto del 2016 da parte del Comune di Norcia. Questa volta il fascicolo aperto dalla Procura della Repubblica di Spoleto – per l’ipotesi di reato di turbativa d’asta e abuso d’ufficio – riguarda gli appalti per il servizio mensa nei container collettivi ed il trasporto scolastico.

Sono 8 le persone iscritte nel registro degli indagati tra cui il sindaco di Norcia, alcuni funzionari comunali che si sono succeduti dal 2017 ad oggi e la famiglia Bianconi (quali vertici della società Sporting Hotel Salicone), tra cui l’attuale consigliere regionale Vincenzo.

Bianconi: indagini faranno emergere correttezza nostro agire

E’ stato proprio Vincenzo Bianconi a rendere nota l’inchiesta che lo interessa quale imprenditore. “Oggi ho ricevuto il primo avviso di Garanzia della mia vita. Per trasparenza ed onestà verso la comunità tutta, ho sentito il dovere di condividerlo. Così come avvenne in campagna elettorale, questa mattina si è riproposta la vicenda che riguardava la fornitura di pasti e di trasporto scolastico che la società della mia famiglia ha fornito agli abitanti del Comune di Norcia, durante il periodo del terremoto dal 2016 ad oggi.
Io e la mia famiglia siamo sereni per quanto riguarda il nostro operato.

Ricostruzione, soldi, conflitto d’interessi, Bianconi: “Basta merda su di me”

Abbiamo partecipato a quei bandi pubblici con una doppia finalità:
1. fornire un servizio ai nostri concittadini in difficoltà,
2. tentare di far lavorare più persone possibile al fine di scongiurare lo spopolamento.

La nostra Comunità tutta e la nostra azienda, come la maggior parte nel nostro territorio, stanno pagando un prezzo altissimo a causa di questo terremoto e, a denti stretti, stiamo cercando di non mollare nell’assoluto rispetto delle norme vigenti. Siamo quindi felici di collaborare con i tutori della legge fiduciosi che le indagini ed i documenti raccolti faranno emergere la correttezza del nostro agire”.

Vincenzo Bianconi, come detto, durante la campagna elettorale che lo vedeva candidato a presidente della Regione Umbria contro Donatella Tesei subì pesanti attacchi proprio sulla vicenda degli appalti per mensa e trasporto scolastico di Norcia. E già all’epoca chiarì la posizione della sua famiglia: “Nessun altro – aveva spiegato – ha avuto il coraggio di partecipare a quell’asta. Noi lo abbiamo fatto perché era l’unico modo per continuare a dare lo stipendio a 100 famiglie che vivevano grazie al lavoro della nostra azienda“.

Gli appalti per mensa nei container collettivi e trasporto scolastico

All’indomani della grande scossa del 30 ottobre 2016, infatti, a Norcia vennero allestiti dei container collettivi per ospitare la popolazione terremotata. Il Comune affidò quindi – attraverso una procedura negoziata, appellandosi alla normativa emergenziale post terremoto – il servizio mensa per i moduli abitativi collettivi alla ditta Sporting hotel Salicone della famiglia Bianconi riconoscendogli 20 euro al giorno più Iva a persona, cifra desunta “dalle convenzioni stipulate dalla Regione dell’Umbria e le associazioni di categoria per l’alloggio alberghiero degli sfollati a seguito del sisma” (Il valore stimato per il solo anno 2017 era di 825mila euro). Questo attraverso la determinazione n. 19 del 30 gennaio 2017. Mentre con un altro atto dello stesso giorno, il numero 20, era stato indetto un avviso esplorativo “per l’acquisizione di manifestazioni di interesse per l’affidamento del servizio mensa / catering, mediante procedura negoziata, ai sensi dell’art.35 – comma 1 – lettera d) e dell’articolo 36 comma 2 – lettera b) del Decreto Legislativo n. 50/2016″. Avviso pubblico a cui rispose soltanto la Ditta Sporting hotel Salicone che, dunque, attraverso la legale rappresentante Anna Pizzichini sottoscrisse il contratto con il Comune di Norcia.

A settembre 2017 era stato inoltre affidato – sempre attraverso una procedura diretta – il servizio di trasporto scolastico ad una Ati (associazione temporanea di imprese) avente come capogruppo sempre la società Sporting hotel Salicone, per 33.450 euro fino a dicembre 2017 e poi altri 50mila euro circa fino a metà giugno 2018. Il Comune di Norcia aveva quindi indetto una nuova procedura di gara, andata però deserta. Il servizio di trasporto scolastico era stato dunque successivamente affidato direttamente alla sola Sporting hotel Salicone.

Le accuse

La Procura spoletina, che indaga per i reati di abuso d’ufficio e turbata libertà del procedimento di scelta del contraente, contesta le modalità di effettuazione degli appalti per mensa e trasporto. Secondo l’ipotesi accusatoria, insomma, la normativa emergenziale non sarebbe stata applicabile ma si doveva ricorrere ad altre procedure per l’assegnazione dei servizi.

Per il sindaco di Norcia, Nicola Alemanno, è l’ennesima inchiesta che lo vede coinvolto in merito all’attività istituzionale effettuata dopo il terremoto dopo quelle del Centro Boeri, di Casa Ancarano, della sede della Pro loco e della sede della Bcc. “Per l’ennesima volta emergerà la correttezza formale delle procedure adottate, intanto come sempre ci mettiamo con serenità a disposizione della magistratura” è la dichiarazione del primo cittadino all’agenzia Ansa.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!