ApertaMenteOrvieto, studenti delegati del Parlamento Europeo

ApertaMenteOrvieto, studenti delegati del Parlamento Europeo

Intitolazione ad “Aula del Dialogo” dell’Aula Magna della Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto

share

A pochi giorni dalla cerimonia di intitolazione ad “Aula del Dialogo” dell’Aula Magna della Fondazione per il Centro Studi Città di Orvieto (Palazzo Negroni, ex Tribunale), un nuovo appuntamento coinvolge in  prima linea l’Associazione ApertaMenteOrvieto, in vista della sesta edizione del Festival del Dialogo che si terrà ad ottobre. Nella  giornata di venerdì 17 maggio dalle 9 alle 17 protagonisti alla Sala  dei Quattrocento del Palazzo del Capitano del Popolo saranno gli  studenti delle scuole:

IISST di Orvieto -sezione scientifico-

IISST di Orvieto -sezione linguistico-
ISSACP di Orvieto
LICEO “Tacito” di Terni
LICEO Scientifico di Acquapendente

L’evento di venerdì 17 maggio prevede il confronto dei partecipanti su temi di attualità politica, legati quest’anno soprattutto all’effetto che il cambiamento climatico e gli altri problemi legati alla  globalizzazione hanno avuto nel territorio locale.
Ciascuna scuola parteciperà con un gruppo di 10/12 studenti, ognuno dei quali costituirà una commissione di lavoro del Parlamento europeo e presenterà all’Assemblea plenaria la propria proposta di risoluzione, che sarà dibattuta da tutti partecipanti. La proposta di risoluzione è un elaborato modellato secondo la struttura propria del Parlamento europeo, in cui si esamina un dato problema e si propongono, appunto, interventi e soluzioni. La risoluzione si compone di due parti: un’introduzione, che riporta la base giuridica e le motivazioni delle azioni proposte, e una parte operativa che presenta le azioni concrete da adottare per far fronte al problema.

Le finalità del progetto, pertanto, sono:

l’educazione alla cittadinanza attiva e consapevole,
– lo sviluppo di una più vasta dimensione europea e globale,
– lo sviluppo dell’autonomia e della creatività,
– il rispetto delle regole, solamente nel rispetto delle quali è possibile l’esercizio dello spirito critico e la concreta libertà.
– la collaborazione tra le scuole superiori del territorio, perché un maggiore scambio e una maggiore condivisione delle esperienze possa avere una ricaduta positiva sul processo formativo degli studenti, che nel confronto e nel dialogo trovano ulteriore stimolo per l’arricchimento del loro bagaglio culturale.

PROGRAMMA

09:00 – 09:30 Saluto delle autorità. Apertura dei lavori a cura di David Sassoli, Vicepresidente del Parlamento Europeo
09:30 – 10:15 AFCO – Commissione per gli Affari Costituzionali
10:15 – 11:00 CULT – Commissione per la Cultura e l’Istruzione
11:00 – 11:30 Coffee break
11:30 – 12:15 DROI – Commissione per i Diritti Umani
12:15 – 13:00 DEVE – Commissione per lo Sviluppo
13:00 – 14:30 Pranzo
14:30 – 15:15 ENVI – Commissione pe l’Ambiente, la Sanità Pubblica e la Sicurezza Alimentare
15:15 – 16:00 FEMM – Commissione per i diritti della donna e l’uguaglianza di genere
16:00 – 17:00 Cerimonia di chiusura e premiazioni

share

Commenti

Stampa