Alla Rocca Albornoziana, convegno "Alfabeti/La parola nell'Arte" - Tuttoggi

Alla Rocca Albornoziana, convegno “Alfabeti/La parola nell’Arte”

Redazione

Alla Rocca Albornoziana, convegno “Alfabeti/La parola nell’Arte”

Sala Eugenio IV - Sabato 9 Marzo | E per VIAGGIATORI sulla FLAMINIA, presentato il 20° itinerario 2019
Sab, 02/03/2019 - 09:25

Condividi su:


“ALFABETI / La parola nell’arte” è il tema di questo convegno negli spazi espositivi della Rocca Albornoz di Spoleto. Memorie scritte di lingue intraducibili e di conoscenza millenaria ereditata e trascritta, un confronto fruttuoso tra gli artisti contemporanei invitati, il contesto museale e gli “artisti di corte”, con opere ispirate alla scrittura in tutte le sue varianti semantiche e simboliche, dal pre-alfabeto alle iscrizioni, sino all’oggi ipertrofico e ipermediatizzato, dei linguaggi e le poetiche contemporanee. Occasione per ripercorrere la recente storia della Rocca mirabilmente recuperata e “Portata alla Luce”. La “Parola nell’arte” testimoniata da artisti da tutto il mondo che dal 1972 con “Filmperformances” (Ex- Museo Civico), fino agli anni’ 90 con altre importanti manifestazioni organizzate da Incontri Internazionali d’Arte, hanno dato un contributo culturale notevolissimo alla Città di Spoleto. *

Emanuele De Donno Architetto – operatore culturale Moderatore

Ada Urbani Assessore alla cultura del Comune di Spoleto- Saluti istituzionali

Paola Mercurelli Salari Direttore della Rocca Albornoz di Spoleto- Del Tempietto sul Clitunno e del Palazzo Ducale di Gubbio Parole per la Rocca Albornoz

Bruno Toscano Professore emerito dell’Università Roma Tre- Rocca Albornoz, da Ministero Grazia e Giustizia a Ministero Beni Culturali

Bruno Gori Architetto- Fasi di Restauro della Rocca Albornoz

Cecilia Casorati Storica dell’Arte- Incontri Internazionali d’Arte

Lamberto Gentili- Incontri Internazionali d’Arte / Interventi a Spoleto

Franco Troiani- Installazione fotografica di “Brought to Light” – “Portato alla Luce” di Lawrence Weiner, Rocca di Spoleto 1997.

Visita alla mostra 

Progetto: Studio A’87 / Viaindustriae
A cura di: Emanuele De Donno, Giuliano Macchia, Franco Troiani
Organizzazione: MIBAC – Polo Museale dell’Umbria / Studio A’87 e Viaindustriae; con il coordinamento di Paola Mercurelli Salari.
Patrocinio: MIBAC – Polo Museale dell’Umbria / Comune di Spoleto

Nota: X ed. VIAGGIATORI sulla FLAMINIA 20° Itinerario: Spoleto – Gubbio / Campello sul Clitunno

ALFABETI
7 dicembre 2018 – 7 aprile 2019

Viaggiatori sulla Flaminia, X° edizione 2017- 2018 – 2019, dopo una serie di viaggi in Valnerina, nei versanti della Dorsale Appenninica Umbra, nei territori dei Monti Martani e del Serano e nel Comprensorio spoletino, si conclude con questo 20° itinerario, da Spoleto lungo i diverticoli dell’antica Strada Flaminia dell’Alta Umbria fino alla città di Gubbio. Viaggiatori è un percorso umanistico e artistico che porta le opere e gli artisti contemporanei a confrontarsi e interagire con i luoghi della storia, siano essi minori che storicizzati nel concetto del lavoro artistico ex-novo in sito o inserito in una nuova museografia impermanente.

Le mostre propongono sezioni espositive che organizzano vari medium, dall’opera unica alle matrici di serie e sequenze sperimentali (libro d’artista, opera seriale o multiplo, installazione video…). Il percorso annovera artisti importanti che operano in Umbria, di caratura nazionale ed internazionale: Andrea Abbatangelo, Affiliati Peducci Savini, Vincenzo Agnetti, Doug Aitken, Getulio Alviani, Marco Baldicchi, Nanni Balestrini, Fiona Banner, Toni Bellucci, Mirella Bentivoglio, Gianni Bertini, Joseph Beuys, Valentino Biagioli, Irma Blank, Mel Bochner, Alighiero Boetti, Mario Boldrini, Stefano Bonacci, Stanley Brown, Tiziano Campi, Sauro Cardinali, Francesco Carone, Nicola Carrino, Guglielmo Achille Cavellini, Umberto Cavenago, Bruno Ceccobelli, Banu Cenettoglu, Mario Ceroli, Giuseppe Chiari, Claudio Costa, Gino De Dominicis, Mario Diacono, Corrado D’Ottavi, Arthur Duff, Alberto Faietti, Giulia Filippi, Tommaso Faraci, Robert Filliou, Ian Hamilton Finlay, Jeff Gibbons, Gilbert & George, Giuliano Giuman, Dan Graham, Aldo Grazzi, Giorgio Griffa, Nedda Guidi, Richard Hamilton, Dick Higgins, Douglas Huebler, Allan Kaprow, Joseph Kosuth, Jannis Kounellis, Jeffrey Isaac, Myriam Laplante, Ketty La Rocca, Sol LeWitt, Sean Lynch, Stelio Maria Martini, Mario Merz, Afranio Metelli, Eugenio Miccini, Jonathan Monk, Miriam Montani, Maurizio Nannucci, Herman Nitsch, Nuvolo, Olaf Nicolai, Luca Maria Patella, Giulio Paolini, Anne & Patrick Poirier, Ugo Piccioni, Cesare Pietroiusti, Lamberto Pignotti, Luca Pucci, Umberto Raponi, Giacomo Silva + Floriana Onidi, Gianni Emilio Simonetti, Slavs and Tatars, Daniel Spoerri, Nello Teodori, Luciano Tittarelli, Tommaso Tozzi, David Tremlett, Franco Troiani, Franco Vaccari, Ben Vautier, Claudio Verna, Cesare Viel, Emilio Villa, Lawrence Weiner, Stephen Willats, Alberto Zanmatti.

Inscritta nel tema e integrata nella mostra una sezione dedicata al libro d’artista dal titolo “AW artist’s writings” che ricade nella IX edizione biennale Freebook / LIBEROLIBROdARTISTALIBERO. Nella giornata inaugurale del 7 dicembre le due sedi di Spoleto e Gubbio saranno collegate da un itinerario che includerà la fase espositiva e una performance artistica legata al viaggio sull’asse della via Flaminia.

La prima edizione Viaggiatori sulla Flaminia, ideata da Franco Troiani, ebbe origine nei territori di Trevi – Campello – Spoleto nel 1997- 1998. Di riferimento al viaggio furono il Castello e la Chiesa parrocchiale di San Giacomo di Spoleto, che una volta figuravano negli itinerari compostelani. Gli affreschi di Giovanni Spagna (1526) situati nella zona absidale della chiesa, raccontano di un viaggio miracoloso durante il rituale Cammino dei pellegrini che per fede o per avventura, fin dal Medioevo, si recavano a Santiago de Compostela. E proprio con questo stesso spirito e desiderio di verità che nell’estate 1998 iniziarono i primi itinerari dei Viaggiatori sulla Flaminia. Nei percorsi, oltre le meraviglie della natura, vi sono luoghi di preghiera, di lavoro della terra e dell’industria, musei, spazi non convenzionali, con incognite e contrattempi, variazioni a zig zag. In questa X edizione, con 20 itinerari specifici, sono stati coinvolti: Cedrav / e i Comuni di Bevagna, Campello sul Clitunno, Cannara, Cascia, Cerreto di Spoleto, Ferentillo, Gubbio, Monteleone di Spoleto, Poggiodomo, Sant’Anatolia di Narco, Scheggino, Sellano, Spoleto, Trevi, Vallo di Nera.

Organizzazione: MIBAC – Polo Museale dell’Umbria / Studio A’87 e Viaindustriae Coordinamento: Paola Mercurelli Salari, Emanuele De Donno, Franco Troiani Organizzazione: Studio A’87 e Viaindustriae (Alice Mazzarella, Alessia Massatani, Gigi Merlo, Blerta Ripa)
( Info: Studio A’87 tel. 339 4319977 – Viaindustriae tel. 349 5240942 ).

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!