Ad Assisi una tantum di 500 euro per gli anziani in difficoltà - Tuttoggi

Ad Assisi una tantum di 500 euro per gli anziani in difficoltà

Redazione

Ad Assisi una tantum di 500 euro per gli anziani in difficoltà

Gio, 17/09/2020 - 08:02

Condividi su:


Ad Assisi una tantum di 500 euro per gli anziani in difficoltà

L’amministrazione comunale, su proposta dell’assessore ai servizi sociali Massimo Paggi, ha deciso di erogare sussidi economici a favore di anziani che vivono in condizioni di disagio.

Si tratta di una misura una tantum, stabilita in 500 euro, per contrastare la povertà e favorire in un certo senso la domiciliarità delle persone anziane, agevolandone la permanenza nel proprio contesto.

I requisiti

I requisiti per essere ammessi al beneficio sono:

essere residente nel Comune di Assisi da almeno cinque anni, essere unico componente del nucleo familiare; aver compiuto 75 anni;

ricevere una pensione per un importo massimo di 653 euro al mese;

non percepire indennità di accompagnamento, assegno di invalidità e/o qualsiasi altro emolumento; non essere proprietario di beni immobili produttivi di reddito imponibile, in Italia o all’Estero, con esclusione della prima casa;

non essere inserito, in regime residenziale o semiresidenziale in alcuna struttura pubblica o privata (casa di riposo, comunità , convento).

La richiesta

La richiesta deve essere debitamente compilata, corredata della documentazione richiesta e riconsegnata a mano o recapitata all’Ufficio Protocollo del Comune di Assisi — Piazza del Comune entro il 9 ottobre.

II modulo di richiesta, su carta semplice, è disponibile oltre che sul sito istituzionale del Comune, presso i Servizi Sociali e Contratti del Comune in Santa Maria degli Angeli, Via Patrono d’Italia.

Le domande incomplete in una qualsiasi parte o che non dovessero indicare uno qualsiasi degli elementi o dati richiesti nonchè quelle prive della documentazione saranno dichiarate inammissibili.

II contributo una tantum dell’importo di 500 euro sarà erogato, a cura dei Servizi Sociali, agli aventi diritto sulla base dell’ordine cronologico di arrivo delle domande nei limiti della disponibilità finanziaria complessiva .

E’ facoltà del Comune, prima dell’erogazione del contributo, effettuare verifiche amministrative e qualora venissero riscontrate difformità totali e/o parziali della situazione reale rispetto alle dichiarazioni rilasciate o alla documentazione prodotta, si procederà a comunicare la non ammissibilità al conseguimento del beneficio. (per eventuali informazioni rivolgersi al n. tel : 075/8138235).

“Quest’amministrazione ha sempre prestato e continua a prestare attenzione ai soggetti più fragili della città – ha affermato l’assessore ai servizi sociali Massimo Paggi – e lo fa con atti concreti, con provvedimenti che danno un sostegno reale a chi vive un disagio profondo.

Questa a favore degli ultrasettantacinquenni è soltanto l’ultima di una serie di misure a favore delle persone anziane che risiedono nel territorio comunale, è una prova tangibile che questo Comune non vuole dimenticare nessuno”.