A Padova la Sir ritrova i 3 punti - Tuttoggi

A Padova la Sir ritrova i 3 punti

Redazione

A Padova la Sir ritrova i 3 punti

Leon trascina i Block Devils contro la Kione
Gio, 14/11/2019 - 22:38

Condividi su:


Perugia si rialza dopo la sconfitta di Civitanova Marche e nella terza trasferta consecutiva trova i meritati 3 punti sul campo della Kione Padova.

Partita equilibrata in avvio, con Perugia che trova l’allungo sul 6-9. Il muro dei Block Devils ferma Ishikawa, poi, Leon tiene ancora a distanza i padroni di casa.

La Sir trova il massimo vantaggio sul 15-9. Perugia gioca bene e dimostra di poter controllare gli avversari. Russo non fa rimpiangere Ricci e un suo muro manda Perugia sul 19-13. Anche Lanza partecipa alla festa con un grande diagonale vincente, punto subito bissato da una giocata poderosa.

Il set lo chiude Leon: 17-25.

Nella seconda frazione Padova inizia con furore. Un grande primo tempo di Volpato porta i padroni di casa sul 5-2. Ma i padroni di casa non mollano e allungano sull’8-3. Hernandez abbatte il muro avversario e la Kione riesce a mantenere i 5 punti di vantaggio.

La partita si innervosisce e l’arbitro ammonisce Travica e Leon, dopo un battibecco sottorete su un videocheck.

Il cubano naturalizzato polacco di Perugia mette a segno un grande punto, ma Ishikawa mette a segno l’ace per Padova e poi chiude il set del pari 25-19.

Tutto da rifare per la Sir, che nel secondo set ha messo in mostra le incertezze di questo avvio di campionato.

Ma Ishikawa trova un altro ace che vale il 2-0. Perugia trova però i suoi bombardieri, Leon e Atanasijevic. Block Devils avanti, ma i padroni di casa non mollano.

Atanasijevic tira bordate a tutto braccio, Padova trova ad alzare il muro e si avvicina. E’ ancora Bata a rimandare indietro i padroni di casa, con un’azione caparbia, a cui segue un ace.

Ancora scintille sottorete e l’arbitro mostra il rosso a Travica e ad Atanasijevic.

Perugia resta avanti, ma Padova non molla. E allora diventano decisivi gli attacchi di Leon e le difese di Russo. Ed il punto del 25-21 lo confezionano proprio la caparbietà di Russo e il braccio caldo di Leon.

Il quarto set si apre ancora nel segno di Leon, “Uforobot” che trova anche i complimenti del commentatore Lucchetta, che pure continua a confondere Sirmaniaci e Block Devils.

Perugia torna ad essere ordinata e grintosa e va sul +2 (2-4). Ma Padova trova il pari al termine di un punto molto combattuto, non chiuso da Podrascanin.

A riportare avanti Perugia ci pensa ancora Leon, con un attacco potente che pizzica la linea. L’errore di Ishikawa rimanda Perugia sul +2. Ma Pdova trova ancora il pari sfruttando l’errore al servizio di Leon e poi un’incredibile difesa sull’asso cubano-polacco.

Leon riesce ad attaccare una palla incredibile e il duo ai microfoni Rai ne esalta le doti tecniche e atletiche.

Perugia non riesce però a scappare e l’errore in attacco di Lanza vale il pari (8-8). Sale in cattedra Atanasijevic e con lui al servizio Perugia trova il +3.

Una caparbia giocata del due Lanza-Leon mantiene Perugia sul +3 (9-12). Hernandez sbaglia in attacco, ma Perugia pasticcia e ricambia il regalo. Ma è ancora Hernandez a sbagliare, questa volta dai 9 metri (11-15).

Podrascanin ritrova la veloce e manda ai 9 metri Leon per l’ace. Il numero 9 della Sir si gira verso i tifosi di Padova che applaudono alle sue spalle e poi piazza un altro ace, prima di spedire la palla fuori.

Un’indecisione di Lanza favorisce il punto numero 14 di Ishikawa, ma poi Hernandez sbaglia dai 9 metri. Non sbaglia invece dalla linea di fondo That.

Perugia è sfortunata a muro. Poi una serie di errori consecutivi in battuta da una parte e dell’altra. Non sbaglia invece in attacco Lanza, che porta Perugia a -2 dal match.

Il primo punto arriva da un errore di Hernandez; il secondo da un ace di Zhukovski: i Block Devils conquistano 3 punti meritati.

Leon migliore in campo, ottima la prestazione di Russo. E soprattutto la Sir di Heynan, nonostante un calo nel secondo set, mostra segnali di miglioramento, anche sul piano dell’approccio alla partita.

Kione Padova – Sir Safety Perugia 1-3 (17-25 25-19 21-25 18-25)

KIOENE PADOVA: Travica 2, Hernandez 18, Polo 3, Volpato 10, Ishikawa 14, Barnes 10, Danani (libero), Cottarelli, Casaro. N.e.: Bassanello (libero), Fusaro, Gottardo, Merlo, Randazzo. All. Baldovin, vice all. Zappaterra.

SIR SAFETY CONAD PERUGIA: De Cecco, Atanasijevic 15, Podrascanin 9, Russo 6, Leon 22, Lanza 15, Colaci (libero), Zhukouski 1, Plotnytskyi 1, Taht 1. N.e.: Hoogendoorn, Biglino, Piccinelli, Benedicenti (libero). All. Heynen, vice all Fontana.

Arbitri: Mauro Goitre – Armando Simbari

LE CIFRE – PADOVA: 15 b.s., 3 ace, 39% ric. pos., 20% ric. prf., 52% att., 4 muri. PERUGIA: 18 b.s., 8 ace, 36% ric. pos., 15% ric. prf., 51% att., 9 muri.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!