100 ANNI DEL M° MENOTTI: CADEGLIANO CHIAMA, SPOLETO (ORA) RISPONDE. VICE SINDACO SCRIVE A TUTTOGGI.INFO. SINDACO BENEDETTI “NON SAPEVO NULLA, CERTO CHE SIAMO PRONTI A COLLABORARE”. TEATRO NUOVO AL MAESTRO. - Tuttoggi.info

100 ANNI DEL M° MENOTTI: CADEGLIANO CHIAMA, SPOLETO (ORA) RISPONDE. VICE SINDACO SCRIVE A TUTTOGGI.INFO. SINDACO BENEDETTI “NON SAPEVO NULLA, CERTO CHE SIAMO PRONTI A COLLABORARE”. TEATRO NUOVO AL MAESTRO.

Redazione

100 ANNI DEL M° MENOTTI: CADEGLIANO CHIAMA, SPOLETO (ORA) RISPONDE. VICE SINDACO SCRIVE A TUTTOGGI.INFO. SINDACO BENEDETTI “NON SAPEVO NULLA, CERTO CHE SIAMO PRONTI A COLLABORARE”. TEATRO NUOVO AL MAESTRO.

Gio, 19/11/2009 - 18:22

Condividi su:


Uno schiaffo da Cadegliano Viconago alla città del festival? Poteva sembrare così, e forse lo era, lo sfogo che il vice sindaco della cittadina (clicca qui) che ha dato i natali al M° Gian Carlo Menotti, il dottor Umberto Favella, ha rinnovato questa mattina su Tuttoggi.info (qui). “Purtroppo il Comune di Spoleto, Assessorato alla cultura, non ha mai risposto alle mie mail con cui invitavo l’amministrazione ad unire magari le forze in vista del centenario della nascita del celebre compositore (il 7 luglio 1911, n.d.r.)” conferma al telefono Favella. “Ne ho inviate 3 o 4, a partire da marzo scorso, ma niente” continua “forse ho sbagliato a non far seguire un fax o una telefonata, ma la mail mi sembrava uno strumento adeguato”. In Comune, a Spoleto, non sanno nulla. L’ex assessore Flamini dice di “non ricordare alcuna mail per una simile iniziativa”. E se lo dice Flamini – che di salvaguardare la memoria del fondatore del Festival ne aveva fatto una sorta di battaglia personale, anche contro il sindaco Brunini – c'è da credergli. A protocollo comunque non risulta nulla. Ma il problema resta, come concretamente spiega il vice sindaco Favella: “saremmo onorati di collaborare con Spoleto per qualche iniziativa. Ma sarà possibile?”. Di poco fa il colloquio telefonico con il sindaco Benedetti. “Non so sinceramente nulla di questa richiesta, ma è chiaro che siamo pronti a fare insieme alla città natale del Maestro qualche iniziativa. Anzi ringrazio Tuttoggi per aver fatto in qualche modo da tramite; domani mattina stessa la mia segreteria prenderà contatti con il comune di Cadegliano”. La vicenda sembra conclusa positivamente ed anzi fa sorgere una qualche curiosità sulle iniziative in cantiere. Che TO® è in grado di anticipare.

Qui Cadegliano Viconago – è lo stesso Favella a confermare che sono diverse le iniziative in campo, a dimostrazione di quanto la cittadina del varesotto sia legata alla figura del Maestro. “Abbiamo pensato ad un concorso musicale per il quale la nostra Comunità Montana ha già ricevuto dei fondi – spiega il vice sindaco -, concorso che ci piacerebbe intitolare alla memoria del Maestro. Ma non riusciamo a metterci in contatto con il figlio Francis per avere la necessaria autorizzazione”. Tutto qui? Niente affatto. “Il 7 luglio 2011 pensiamo di intitolare a Menotti una via della città e forse anche un monumento. Ma il nostro sogno, magari insieme a Spoleto, resta quello di un francobollo da dedicare alla figura del compositore. Magari anche attraverso un concorso nazionale”.

Qui Spoleto – in dirittura di arrivo, come conferm ail primo cittadino, l’intitolazione del teatro Nuovo al Maestro. “Alla prima occasione di Giunta lo delibereremo – dice Daniele Benedetti – anche se con il presidente del Festival Giorgio Ferrara pensavamo di realizzare l’evento in occasione della prossima edizione del Festival, ovviamente il 7 luglio”. E per il 2011? “Stiamo valutando alcune iniziative per le quali ho avuto già alcuni incontri sia con le due banche locali, sia con alcuni imprenditori. Ma prima di svelarle mi piace avere la certezza della loro realizzazione”.

Alcune curiosità – nel corso del colloquio con Favella si apprendono alcune curiosità rimaste finora pressochè sconosciute. Come l’ultima visita del M° al suo Paese natale. “Era il 1998 – ricorda il vice sindaco – ed era felicissimo di esser di nuovo in mezo ai suoi monti. Lo invitammo per il 70mo anniversario della costituzione del nostro Comune. Mi confidò che portava nel cuore le nostre vallate e montagne. Ne aveva nostalgia anche quando viveva nella lussureggiante Scozia”. Ma non è tutto. Negli archivi dell’anagrafe restano gelosamente custoditi l’atto di nascita ma anche quello di morte. “Sì, il Maestro risultava iscritto nelle nostre liste degli ‘italiani residenti all’estero’ – conclude il dottor Favella – anche se qui non ha più votato. E per questo motivo il Principato di Monaco (dove si è spento il Maestro il 1° Febbraio 2007, ndr) ha trasmesso a noi il certificato della sua morte”.

(Sara Cipriani)

(Foto: il Maestro Menotti in Piazza Duomo. Opera di Lionello Fabbri – Collezione Fondazione Fabbri, per gentile concessione)


Condividi su:


ACCEDI ALLA COMMUNITY
Leggi le Notizie senza pubblicità
ABBONATI
Scopri le Opportunità riservate alla Community
necrologi_spoleto

L'associazione culturale TuttOggi è stata premiata con un importo di 25.000 euro dal Fondo a Supporto del Giornalismo Europeo - COVID-19, durante la crisi pandemica, a sostegno della realizzazione del progetto TO_3COMM

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!


    trueCliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

    "Innovare
    è inventare il domani
    con quello che abbiamo oggi"

    Grazie per il tuo interesse.
    A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!