Spoleto60, alla Festa del Cinema di Roma il film-documentario sul Festival

Spoleto60, alla Festa del Cinema di Roma il film-documentario sul Festival

Di Benoît Jacquot e Gérald Caillat, da un’idea di Giorgio Ferrara, la straordinaria storia del Festival dei Due Mondi

E’ stato presentato in anteprima, domenica 29 ottobre alle ore 19.30, nell’ambito della dodicesima edizione della Festa del Cinema di Roma, presso il MAXXI Museo nazionale delle Arti del XXI secolo, il film documentario “IL MONDO IN SCENA Spoleto, 60 anni di Festival”.

Diretto da Benoît Jacquot e Gérald Caillat, da un’idea di Giorgio Ferrara, il film è prodotto da Maurizio e Manuel Tedesco per Baires Produzioni, da Françoise Gazio per Idéale Audience e dalla Fondazione Festival dei Due Mondi di Spoleto in collaborazione con RAI COM ed è realizzato con il contributo del Fondo di sostegno allo sviluppo di coproduzioni di opere cinematografiche tra Francia e Italia e con il supporto del Centre National de la Cinématographie et de l’image animée.

Prima della presentazione al MAXXI, il direttore del Festival di Spoleto, Giorgio Ferrara, e il regista francese Benoît Jacquot sono stati intervistati dai critici cinematografici Steve Della Casa e Giorgio Gosetti in diretta dalla postazione di Hollywood Party – Rai Radio3 all’Auditorium Parco della Musica/Festa del Cinema di Roma. (CLICCA QUI per il Podcast)

In sala, Giorgio Ferrara e Benoît Jacquot insieme con il documentarista Gérald Caillat, hanno introdotto la proiezione, illustrando la nascita e le motivazioni del progetto volto a sottolineare l’importanza della manifestazione che da sessanta anni porta in scena, ogni estate, dai palcoscenici del mondo, le eccellenze dell’Opera, della Musica, del Teatro e della Danza, affiancando alla grande tradizione classica una ricercata attenzione verso le correnti più vitali e interessanti della scena contemporanea.

Tra il pubblico erano presenti il Sindaco di Spoleto e Presidente della Fondazione Festival dei Due Mondi Fabrizio Cardarelli, il Vice Presidente Dario Pompili, i principali sponsor della  manifestazione e i Mecenati del Festival.

Una serata speciale sarà dedicata alla proiezione del film a Spoleto il 30 dicembre p.v. al Teatro Nuovo Gian Carlo Menotti, alle ore 21.00.

Il documentario sarà distribuito nel mondo da RAI COM e messo in onda prossimamente dalla RAI e da Arte TV Francia.

“L’idea di raccontare in un film il Festival di Spoleto, giunto alla sua 60a edizione, per descriverne il suo inimitabile spirito cosmopolita e multidisciplinare, è stata una scelta naturale, come un omaggio dovuto per un anniversario importante, un omaggio alla bellezza dell’arte come nutrimento e cura. Ho affidato alla regia raffinata di Benoît Jacquot e all’esperienza da documentarista di Gérard Caillat il compito di far conoscere ancor meglio la ricchezza della storia di questo Festival, la straordinarietà dei suoi protagonisti, la sua sapiente vocazione che, tra glamour e provocazione, prime teatrali storiche e graffianti interpretazioni d’avanguardia, contribuisce alla crescita e allo scambio culturale del mondo intero. Il montaggio del film, “allegro”, non è mai cronologico. Si naviga senza posa tra il passato e il presente per creare un’armonia tra i materiali d’archivio e le immagini più attuali.” (Giorgio Ferrara)

“Il Festival di Spoleto, o Festival dei Due Mondi, festeggia quest’anno i suoi 60 anni di vita. Creato dal compositore italo-americano Gian Carlo Menotti nel 1958 e diretto da dieci anni da Giorgio Ferrara, questo festival unico riflette, da sempre, quanto di meglio la cultura italiana e internazionale possano offrire. Come nel film di Jean Vigo, A propos de Nice, insieme con Gérald Caillat abbiamo scelto di dipingere questi 60 anni di Festival in forma poetica, attraverso associazioni radicali, rime, cesure di ritmo, scandite dalla voce di Giorgio Ferrara, che si addice perfettamente alla ricchezza polimorfa del Festival e alla diversità dei materiali di cui il film si compone.” (Benoît Jacquot)