Spoleto, il crowdfunding per il polo scolastico fa flop

Spoleto, il crowdfunding per il polo scolastico fa flop

Mancano 5 giorni alla scadenza della campagna di raccolta fondi per gli arredi per il polo scolastico, raccolti solo 600 euro

Mancano ancora 5 giorni alla scadenza, ma è chiaro che – salvo generosissimi donatori dell’ultimo minuto – la campagna di crowdfunding a favore degli arredi per il nuovo polo scolastico di Spoleto è destinata ad essere un flop. Ad oggi sono stati infatti raccolti soltanto 600 euro sui 30.500 previsti dal progetto “Sicuramente”. Un’iniziativa lodevole che prevede tra l’altro la possibilità, al raggiungimento di 15.000 euro, di veder raddoppiato l’importo raccolto grazie ad Anci.

Non molta, finora, la pubblicità fatta alla campagna di raccolta fondi: forse questo il problema alla base dell’insuccesso dell’iniziativa. Anche se ancora è possibile donare attraverso la piattaforma “eppela” (clicca qui).

I fondi verranno utilizzati – era stato spiegato lanciando il progetto – per acquistare gli arredi del nuovo polo scolastico antisismico del Comune di Spoleto. Gli arredi verranno selezionati attraverso la metodologia della progettazione partecipata che coinvolgerà gli alunni, gli insegnanti e i tecnici del Comune di Spoleto. Saranno necessari per la scuola secondaria di I grado: banchi, sedie, armadi, librerie/espositori, cattedre, divisori modulari, tavoli modulari per laboratori, attrezzature per laboratori di lingua, informatica, arte e arredi per l’esterno. Una particolare attenzione e cura sarà rivolta alla sezione Montessoriana della scuola dell’infanzia:  la scelta ricadrà sull’acquisto di mobili/ambiente in legno senza formaldeide per creare un mondo fatto di curve e legno, di sensazioni tattili, di colori che tranquillizzano, per bambini liberi di muoversi in uno spazio senza spigoli e senza ostacoli.

La speranza è che qualche generoso benefattore si faccia avanti in queste ultime ore a disposizione per il progetto.

 

Stampa