Don Matteo 11, ultima puntata strappalacrime con gli attori a Spoleto | Maxiphotogallery

Teatro Nuovo gremito per la proiezione dell’ultimo episodio della fiction targata Lux Vide e Rai Fiction | Terence Hill: “Don Matteo 12? Speriamo!”

Una puntata strappalacrime ha chiuso ieri sera la undicesima stagione di Don Matteo, che da 18 anni vede protagonista Terence Hill e la terra d’origine dei suoi genitori, l’Umbria. E ieri sera a Spoleto, per l’occasione, in un Teatro Nuovo “Gian Carlo Menotti” gremito fino al loggione, si sono ritrovati attori, tecnici e produttori oltre ai rappresentanti istituzionali.

Ad anticipare la proiezione dell’ultima lunga puntata “Il bambino di Natale”, che ha registrato il 30% di share ed oltre 6.700 spettatori, sono state le dirette su Rai Uno: prima a “La vita in diretta” intorno alle 18,30, dove in studio c’era l’ex capitano di Don Matteo per 5 stagioni, l’attore Simone Montedoro, che ha scherzato con Terence Hill, Maria Chiara Giannetta (il capitano Anna Olivieri) e Maria Sole Pollio (Sofia); quindi alle 20,30 sul Tg1. Una grande vetrina non solo per l’amata serie tv sul prete in bicicletta e sull’Arma dei carabinieri ma anche per la città di Spoleto, che da tre edizioni è sede del set.

E proprio sul “trasferimento” della fiction da Gubbio a Spoleto un ruolo fondamentale, si è appreso ieri sera, lo ha avuto la vicepresidente del ConSpoleto Carla Contenti, finora rimasta dietro le quinte ma ringraziata pubblicamente dal produttore Luca Bernabei (“con lei c’è un’amicizia di famiglia“) che sul palco del “Menotti” si è improvvisato conduttore in quello che è stato una sorta di show pre-proiezione.

> Clicca qui per vedere la photogallery

Tra i presenti istituzionali, la presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il vicesindaco Maria Elena Bececco e la giunta comunale, il generale Maurizio Stefanizzi, comandante del V Reparto del Comando generale dell’Arma dei carabinieri, il colonnello Giovanni Fabi, comandante provinciale dei carabinieri di Perugia, il tenente Aniello Falco, comandante della Compagnia di Spoleto dell’Arma, il prefetto di Perugia Raffaele Cannizzaro, il questore di Perugia, Giuseppe Bisogno, il dirigente del commissariato di polizia di Spoleto, vice questore aggiunto Claudio Giugliano, il presidente del ConSpoleto Tommaso Barbanera ed appunto la vice Contenti. Per Rai Fiction c’era il direttore Eleonora Andreatta. “Don Matteo – ha commentato quest’ultima – è una delle serie più amate dai giovani, il pubblico tra gli 8 e i 24 anni arriva al 30% con delle punte al 60%. I giovani la amano perché parla dell’oggi, dei problemi di tutte le persone, ma lo fa con speranza e positiva e credo che i nostri giovani meritino questa speranza e questa visione del futuro che Don Matteo riesce a dare.  E poi Don Matteo trasmette la bellezza dell’Italia, dal punto di vista paesaggistico e perché ha protagonisti gli emblemi del pubblico, Terence Hill e Nino Frassica, oltre ad essere una serie scritta bene, ben diretta, con una musica straordinaria; l’abbiamo fatta restare la stessa ma cambiandola sempre negli anni“.

Tra gli attori presenti, oltre a Terence Hill (Don Matteo), c’erano Maria Chiara Giannetta (capitano Anna Olivieri), Pietro Pulcini (Ghisoni), Domenico Pinelli (Zappavigna), Maria Sole Pollio (Sofia), Federico Russo (Seba), Federico Ielapi (il piccolo Cosimo), Teresa Romagnoli (Chiara), Francesco Scali (Pippo), Natalie Guetta (Natalina), Giulia Fiume (Rita), Anna Godina (Alice), Francesco Castiglione (Barba), Astra Lanz (Suor Maria), Alice Arlanch, Miss Italia 2017 (che ha una piccola parte proprio nell’ultima puntata), Andrea Gherpelli (Remo Farina). Sul palco anche i registi Jan Michelini, Alexis Sweet, Raffaele Androsiglio, Cosimo Alemà, il direttore della fotografia Alessandro Pesci, Livia Leto, produttore esecutivo, e l’aiuto regista Alberico Bonacci.

“Abbiamo voluto noi della Lux insieme alla Rai – ha spiegato Luca Bernabei – fare questo evento qui per ringraziare tutta Spoleto di quello che avete fatto per  noi, della vostra accoglienza, del vostro affetto. Grazie al Comune, a tutti gli abitanti di Spoleto: avremmo voluto avervi tutti qui stasera, ci avete sostenuto in questi anni, accolto, ci avete voluto bene”. Un pensiero speciale Bernabei lo ha voluto rivolgere al sindaco dal cielo” Fabrizio Cardarelli (a teatro erano presenti la moglie Emanuela e la figlia Giulia).

Sul palco accanto a Luca Bernabei sua sorella Matilde, che insieme a lui tiene le redini della Lux Vide: “E’ lei che ha avuto l’idea meravigliosa di coinvolgere Terence Hill per Don Matteo” ha ricordato il produttore.

Nessun annuncio ufficiale su una prossima stagione di Don Matteo, anche se la dodicesima edizione sembra sia destinata a farsi. Terence Hill si è limitato a dire “speriamo” sull’eventualità di un Don Matteo 12, mentre il produttore ha lanciato vari segnali in tale direzione, soprattutto dopo il video messaggio di Nino Frassica (assente alla serata così come Maurizio Lastrico). Dopo l’ultima puntata di ieri sera, dove è finalmente sbocciato l’amore tra il capitano Anna Olivieri ed il pm Marco Nardi, con le lacrime agli occhi per la commozione del “miracolo di Natale” a Ferragosto, tutti si chiedono cosa succederà nella fiction al piccolo Cosimo, malato terminale di leucemia.

 

Stampa