Albero di Gubbio, una luce del grande abete “adottata” per una proposta di matrimonio

Albero di Gubbio, una luce del grande abete “adottata” per una proposta di matrimonio

Un ragazzo del Lazio ha chiesto alla propria compagna di sposarlo tramite l’iniziativa “Adotta un luce”

La campagna di raccolta fondi “Adotta una luce”, presente sul sito web dell’Albero di Natale più grande del mondo, continua il suo successo anche quest’anno. La sagoma luminosa disegnata sul versante sud del Monte Ingino (e riprodotta su internet, vedi foto), infatti, anche nel 2017 si animerà con le stelle luminose che si accenderanno dal 7 dicembre prossimo grazie alle offerte di eugubini e non.

Negli anni c’è chi ha dedicato una luce ai propri figli, magari appena nati, a genitori, nonni, a persone che non ci sono più, amici e parenti, con messaggi di vario genere, saluti e auguri, di devozione religiosa e perfino d’amore. Ma la novità del 2017 è assai singolare: c’è chi, nelle ultime ore, ha chiesto alla propria fidanzata di sposarlo, confidando nei buoni auspici proprio dell’abete natalizio da record. In una delle luci accese nella parte bassa e centrale della sagoma luminosa, la numero 1591, compare infatti la dedica “Antonella mi vuoi sposare?”. Naturalmente, i dati di chi ha versato l’offerta per la campagna “Adotta una luce” sono strettamente riservati e il messaggio compare sul sito nel più completo anonimato. Si sa soltanto che la persona ha adottato la luce colorata dal Lazio.

Sono queste le notizie che ci fanno piacere – commenta Lucio Costantini, che ha condiviso la notizia con gli altri ‘alberaioli’ – e che ci fanno sentire la vicinanza e il supporto di tante persone di Gubbio e non solo. Ora dopo ora, continuano a colorarsi e illuminarsi le stelle della campagna “Adotta una luce”, iniziata neanche una settimana fa e ormai ben oltre la metà dei punti luce disponibili.

Il sistema – realizzato da Venerucci Comunicazione, come il resto del sito web dell’Albero eugubino – consente il versamento dell’offerta simbolica, con pochi click e il pagamento con moneta digitale. “Vista la splendida accoglienza riservata alla nostra iniziativa online – spiega ancora Costantini – l’abbiamo riproposta anche per il Natale 2017. E’ un modo concreto per contribuire a dare continuità a questa splendida opera dell’ingegno eugubino e farla sentire sempre di più proprietà di tutti”.

La stella cometa, quest’anno, è dedicata ai piccoli della scuola dei “Coniglietti bianchi” presso il reparto di oncoematologia pediatrica dell’ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia “con l’augurio – aggiunge il presidente degli ‘alberaioli’ – che possa sempre esserci una stella cometa a illuminare la loro tortuosa strada verso la guarigione e dare speranza alle loro famiglie e a tutti coloro che in vario modo li sostengono e accompagnano con tanto amore nel loro difficile cammino”.