VALTIBERINA: TROVATE DUE BOMBE INESPLOSE RISALENTI ALLA SECONDA GUERRA MONDIALE

VALTIBERINA: TROVATE DUE BOMBE INESPLOSE RISALENTI ALLA SECONDA GUERRA MONDIALE

share

Sono state ritrovate due bombe da mortaio risalenti alla Seconda Guerra Mondiale a Città di Castello. Il rinvenimento, avvenuto nei giorno scorsi, è stato segnalato ai Carabinieri della Stazione tifernate che si sono recati sul posto per verificare l’accaduto. Entrambe i residuati sono risultati essere bombe da mortaio della lunghezza di circa 20 cm: una di esse è stata rinvenuta lungo la strada provinciale 100 in località Capanne, al confine tra i comuni di Città di Castello e San Giustino, mentre l’altra è stata trovata a vocabolo Belladanza, nei pressi dell’omonima discarica. Le bombe, che risultano in cattivo stato di conservazione, sono state messe in sicurezza con la delimitazione delle aree interessate e cartelli di avvertimento. Sono poi state rimosse e fatte brillare grazie all'intervento degli artificieri del Genio di Roma.
Una delle bombe, peró, è stata sicuramente trovata altrove, per poi essere portata in località Capanne. A tal proposito, i Carabinieri tengono a sottolineare la pericolosità del maneggio delle stesse le quali, proprio per il loro cattivo stato di conservazione, non risultano più aver funzionanti i sistemi di sicurezza interni e possono esplodere al minimo contatto. L’Arma raccomanda pertanto, a coloro i quali in futuro dovessero rinvenire ordigni bellici inesplosi, di non spostarli assolutamente e di avvertire immediatamente i Carabinieri.

Riproduzione riservata

share

Commenti

Stampa