Va a funghi nel bosco e scopre venti scatolette di semi di cannabis

Va a funghi nel bosco e scopre venti scatolette di semi di cannabis

E’ mistero per il singolare ritrovamento avvenuto in Val Menotre | Le confezioni provengono dall’Olanda

share

Va in un bosco per cercare funghi, e con grande stupore, scopre invece un sacco dell’immondizia pieno di scatolette di semi di cannabis.

Proprio così: l’incredibile quanto singolare ritrovamento, è avvenuto ieri mattina – domenica 9 dicembre – nella boscaglia dell’alta Val Menotre da parte di un signore residente in un paesino della zona.

Le scatolette sono caratterizzate da un’immagine particolare, una via di mezzo tra lenticchie striate e piccole conchiglie, comunque sia, effettivamente difficile capire di cosa potesse trattarsi.

Le fotografie sono state quindi postate su Facebook, esattamente sulla pagina di Segnalazioni Foligno dove sono ben presto diventate un ‘caso mediatico’.

Subito svelato il mistero: i primi commenti rivelano che si tratta di semi di cannabis. Semi per coltivare piante di Marijuana, di origine olandese, venduti da un’azienda con sede ad Amsterdam e probabilmente acquistati on-line.

Ora, come le scatolette vuote siano finite abbandonate nella boscaglia della Val Menotre resta da capire e se ne occuperanno le competenti forze dell’ordine, considerando che orma la notizia è diventata di pubblica evidenza. Non è comunque questo il periodo adatto per la coltivazione, né tanto meno sono favorevoli le condizioni climatiche dell’alta Val Menotre.

In ipotesi potrebbe esserci una sorta di ‘serra abusiva’ nei terreni circostanti, o magari qualcuno potrebbe aver scelto la zona soltanto per sbarazzarsi delle confezioni una volta svuotare del loro ‘prezioso’ contenuto. Certo è che i fatti lasciano pensare ad attività non lecite.

In attesa di far luce sulla vicenda è senza dubbio apprezzabile il gesto civico di chi ha comunque agito contro questa incivile piaga dell’abbandono di rifiuti.

share

Commenti

Stampa