Terni, fontana di piazza Tacito pronta nel 2020 | Arriva un altro milione da Asm e FondCarit - Tuttoggi

Terni, fontana di piazza Tacito pronta nel 2020 | Arriva un altro milione da Asm e FondCarit

Redazione

Terni, fontana di piazza Tacito pronta nel 2020 | Arriva un altro milione da Asm e FondCarit

L'annuncio dell'assessore Enrico Melasecche
Gio, 16/08/2018 - 10:24

Condividi su:


Terni, fontana di piazza Tacito pronta nel 2020 | Arriva un altro milione da Asm e FondCarit

Buone notizie per la Fontana di piazza Tacito, almeno così sembra. Secondo quanto riferito dall’assessore Enrico Melasecche la Fondazione Carit si è resa disponibile a finanziare il distacco dei mosaici ed al posizionamento dei nuovi con un ulteriore impegno di 500.000 euro. L’Asm ha confermato di proporsi come sponsor per il completo rifacimento dell’impianto idrico e di quello elettrico per un valore di circa 300.000 euro i cui progetti sta perfezionando.

Alla diplomazia seguirà entro pochi giorni la formalizzazione degli impegni per poi partire con le manovra contabili, sempre molto articolate in tempi di dissesto. Poi la gara, infine il cantiere, che durerà circa 14 mesi in cui opereranno in contemporanea sia l’impresa vincitrice della gara per i mosaici che quelle che lavoreranno per conto dell’Asm, in modo da guadagnare tempo prezioso. Inseriremo nel bando anche un premio per l’anticipata consegna nel caso in cui l’opera dovesse essere conclusa prima della scadenza fissata nel bando.

Il crono programma di massima: entro agosto/settembre 2018 formalizzazione degli impegni ed approvazione della variazione di bilancio, entro settembre/ottobre indizione della gara fra imprese specializzate, apertura del cantiere entro gennaio/febbraio 2019, inaugurazione primavera 2020. Salvo imprevisti. Ma la strada è tracciata con lucidità e la stiamo già percorrendo.

“Credo che le vicende che hanno caratterizzato questi anni incredibili della storia cittadina verranno ricordate per la loro inconcludenza. Troppe sono le opere ed i simboli di Terni rimasti al palo di inutili diatribe – commenta l’assessore Melasecche – soprattutto di una politica che ha ampiamente dimostrato di non essere in grado di decidere o, quando decideva, come per il Teatro Verdi, prendeva decisioni assurde, producendo sprechi e ritardi, ma anche danni che dovremo tutti pagare oltre al ridicolo che fa ancor più male alla città. Quanto alla Fontana va affermata qualche nota di ottimismo perché il quadro è oggi molto più chiaro”.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!