Supercoppa, missione compiuta a Modena: Sir in finale contro la Lube LA DIRETTA

Supercoppa, missione compiuta a Modena: Sir in finale contro la Lube LA DIRETTA

Massimo Sbardella

Supercoppa, missione compiuta a Modena: Sir in finale contro la Lube LA DIRETTA

Dom, 20/09/2020 - 18:02

Condividi su:


Supercoppa, missione compiuta a Modena: Sir in finale contro la Lube LA DIRETTA

La Sir in rimonta al PalaPanini conquista i due set che le servivano e stacca il biglietto per la finale di Verona della Supercoppa 2019/20. Saranno ancora Perugia e Civitanova Marche a contendersi il trofeo nazionale.

I Block Devils, ancora orfani di capitan Atanasijevic, riaddrizzano una partita che si era fatta difficilissima. Soprattutto dopo il pauroso calo di tensione nel secondo set, dominato dai padroni di casa, trascinati da Stankovic e dall’ex Petric.

Nella Sir partenza da dimenticare per Plotnytskyi, con Vernon-Evans ancora a fasi alternate e Leon che non appare il giocatore micidiale ammirato in tutto il mondo.

Nel terzo set la Sir ritrova Plotnytskyi e gli attacchi di Leon, ma soprattutto riesce ad alzare il muro.

La partita si decide nel quarto e decisivo set, con la Sir ancora costretta ad inseguire. Grande prova di carattere dei ragazzi di Heynen, che conquistano la finale di Supercoppa in un finale di set ad altissima tensione.

A Verona i Block Devils incontreranno ancora i rivali della Lube, che hanno superato a fatica Trento.

La diretta

Leo Shoes Modena – Sir Safety Conad Perugia 3-2 (25-22, 25-22, 14-25, 26-28, 15-12)

Primo set

Si inizia con un errore per parte in battuta, a dimostrazione di come entrambe le squadre intendano forzare in questo fondamentale per mettere sotto pressione gli avversari.

Primo break per Modena sul servizio di Stankociv (3-1).

Sul 5-2 per la giocata di Petric si scaldano i circa mille tifosi del PalaPanini.

In rete il servizio di Leon (6-3). Il primo punto su azione per la Sir lo conquista Vernon-Evans (6-4).

Solè, Mvp all’andata, segna il punto del 5-7. Ma poi sbaglia Plotnytskyi.

Perugia in difficoltà in questa fase iniziale di fronte agli attacchi di Stankovic e Petric.

La Sir riesce ad avvicinarsi a -2, ma un’invasione vista al video check lascia i padroni di casa a +4 (11-7).

Il muro di Fabio Ricci vale il -2. Con due ace Leon porta Perugia sul 12 pari.

Mazzone riporta avanti Modena (14-13), ma poi sbaglia la battuta (14 pari).

Il tocco a muro trovato da Leon porta Perugia avanti 16-15.

Giocata di Vettori per il 17 pari.

Grande equilibrio in campo, ma Modena torna avanti (19-18) con Mazzone. Si scalda il PalaPanini e Heynen richiama i suoi.

Il pari lo procura Leon (19-19). Ma i padroni di casa rispondono con Petric. E trovano con il breack con Mazzone che ferma a muro Ter Horst (21-19).

Modena trova ancora un punto con Lavia (22-20) e scappa in un momento cruciale del set (23-20). Heynen chiama il videocheck sull’attacco di Plotnytskyi chiamato fuori dagli alberi. La tecnologia dà ragione ai padroni di casa, che hanno ora 4 set point.

Perugia ne annulla due e Giani chiama il timeout sul 24-22. Ma al terzo tentativo Modena la chiude e si porta a casa il primo set (25-22).

Secondo set

Il secondo set inizia con un’ottima parallela di Leon (0-1). In questo avvio della seconda frazione è una questione tra l’asso di Perugia da una parte e Petric e Stankovic dall’altra.

Modena mantiene il vantaggio, ma non riesce a scappare, nel rimpallo tra gli errori dai 9 metri. Un ace di Solè riporta il set in parità (8-8).

Il solito Stankovic dà il nuovo vantaggio a Modena (9-8). Imitato da Petrovic per il 10-8.

Rispetto alla semifinale di andata Perugia non riesce ad alzare il muro sui martelli modenesi. I Block Devils appaiono un po’ intimoriti dal clima del PalaPanini. Serve una reazione della Sir.

Petrovic va ancora a segno (12-10).

Sul 13-11 Heynen chiama il time-out. Solè chiude il primo tempo, ma Mazzone riporta Modena a +2 (14-12). L’azzurro trova l’ace su Leon (15-12).

I padroni di casa difendono su Leon e trovano il +4 (16-12). Scappa Modena.

Solè in primo tempo prova a suonare la carica per la Sir, ma Ter Horst sbaglia dai 9 metri (17-13).

Vernon-Evans tiene vive le speranze di Perugia (17-14). Ma Modena risponde subito. Troppo in difficoltà Perugia, che non riesce ad argonizzare la difesa.

Stankovic è imprendibile (20-15).

L’errore al servizio di leon (21-16) sembra la resa dei Block Devils in questo set. Heynen mette dentro Piccinelli per il cubano naturalizzato polacco. E manda in regia Zimmermann.

Ter Horst riesce finalmente a fermare Petric a muro (21-17). Break di Perugia con Vernon-Evans.

Ma Mazzone e un ace di Petrovic danno 5 set point a Modena (24-19).

Perugia ha un sussulto e rimonta fino al 24-22, ma il servizio in rete di Vernon-Evans consegna anche il secondo set a Modena.

Adesso la Sir non può più sbagliare. I Block Devils devono vincere i prossimi due set se vogliono giocarsi la finale della Supercoppa italiana a Verona.

Terzo set

Modena parte subito con la solita cattiveria agonistica. Perugia risponde con Solè, ma Petric è inarrestabile (2-1).

Il mani-fuori di Leon vale il 3 pari. Wilfredo trova poi l’ace su Lavia per il sorpasso Sir (4-3). Vernon-Evans ferma a muro Petric: +2 Sir!

Leon manda in rete il servizio, peccato. Perugia deve dare continuità al suo gioco.

Plotnytskyi finalmente a segno. Perugia trova il muro che vale il +3 (4-7).

Grande missile di Leon! (4-8). Sul 4-9 per il pallonetto vincente di Plotnytskyi Giani chiama i suoi. Ma si riprende ancora con un pallonetto di Oleh, finalmente entrato in partita (4-10).

Va a segno anche Solé (6-11): anche lui sembra salito di livello.

Leon chiude un punto complicato (6-12). E manda in battuta Plotnytskyi che trova l’ace! (6-13).

Grande giocata di Stankovic, che poi tiene il servizio (9-14). Travica chiama inutilmente il fallo a rete, Heynen protesta e si prende un cartellino.

Il punto numero 15 per Perugia arriva sull’errore in battuta di Modena. Che però non molla e si porta a -4.

Heynen vuole spegnere il tentativo di rimonta dei padroni di casa e chiama a sé i suoi.

Perugia sbaglia ancora (12-15). Vettori sbagli il servizio e la Sir torna a fare punti (12-16).

Il video-check conferma che la battuta di Leon è fuori, anche se di pochissimo. Plotnytskyi respinge indietro i canarini (13-17). E poi va in diagonale in modo strepitoso contro il muro a tre di Modena (13-18).

Solè chiude un punto combattutissimo! Perugia torna a +6 (13-19). Questa volta il videocheck dà il punto a Perugia sull’errore di Modena. Che sbaglia ancora con Vettori (13-21).

Primo punto del campionato per il giovane Rinaldi (14-23).

Porro sbaglia però la battuta (14-24): la Sir ha 10 palle set. La chiude subito Solé: 14-25!

Quarto set

La semifinale di Supercoppa si decide in questo quarto set. Chi vince va a Verona!

Parte subito forte Modena, che si porta sul 3-0. Heynen chiama i suoi: Modena non può scappare.

Il videocheck vede il tocco a muro sull’attacco di Plotnytskyi per il primo punto della Sir (3-1).

Perugia trova il secondo punto, ma non tiene il servizio (4-2).

Bordata di Leon in parallela 4-3. Risponde Karlitzek. Poi ancora Leon, nonostante l’iniziale errore arbitrale (5-4).

Le squadre rispondono ora colpo su colpo. A dare la parità a Perugia è un ace di Leon, che abbatte Lavia (6-6).

Il cubano naturalizzato polacco sbaglia il servizio, ma la Sir è rientrata in partita (7-6). Modena va però sul +2 con il muro che ferma Leon. E il PalaPanini si infiamma.

Vernon-Evans va a segno (8-7). Poi Solè non riesce a fermare il primo tempo di Mazzone (9-7).

Solè si rifà subito (9-8). Ma gli risponde Lavia (10-8).

Perugia trova il punto numero 9 con Plotnytskyi, che poi va al servizio. Ma la chiude Karlitzek, cresciuto molto in questa fase della gara.

Leon chiude una palla difficile e mantiene Perugia a -1.

Zimmermann sbaglia il servizio, la palla esce di poco: 12-10.

Break per Modena, con il videocheck che chiama fuori la palla di Leon. La Sir non deve far scappare ora i padroni di casa.

Leon va a segno splendidamente contro il muro a tre: 13-11. Sbaglia questa volta Karlitzek, non Petric (14-12). Poi l’ex di Perugia sbaglia il servizio: 14-13. Vernon-Evans sbaglia la palla del pari (15-13).

Lavia va a segno e porta Modena sul +3. Fase cruciale della partita.

Heynen richiama Vernon-Evans e manda in campo Ter Horst. Il muro di Modena fa invasione (16-14).

Mazzone chiude il primo tempo, ma poi sbaglia il servizio (17-15).

Solè ritrova il suo primo tempo micidiale (18-16). Ma il servizio di Plotnytskyi finisce fuori (19-16). Perugia non riesce ad accorciare. Punto fondamentale di Colaci in difesa. Poi Ricci chiude uno scambio interminabile (19-18).

Leon si fa murare l’attacco del possibile pari e il videocheck conferma. La Sir sbaglia ancora una volta l’aggancio.

Stankovic sbaglia il servizio (20-19). E stavolta Leon trova il mani-fuori dopo una grande difesa di Colaci: 20 pari! Giani chiama allora i suoi.

Il tecnico di Modena chiama il videocheck sulla palla chiamata fuori di Mazzone: l’occhio elettronico gli dà ragione (21-20).

Karlitzek sbaglia il servizio, ma Leon lo imita (22-21).

Plotnytskyi trova il nuovo pari (22-22). Ma la difesa di Perugia non riesce a fermare Lavia (23-22).

Plotnytskyi chiude una palla difficilissima: 23 pari!

Lavia trova il mani-fuori: set point per Modena. Errore in battuta dei padroni di casa, parità.

Plotnytskyi forza la battuta e la spara fuori. A segno Leon (25-25).

Ricci ferma a muro Stankovic: set point Perugia! Chiamato videocheck da Giani con la palla in gioco per un’invasione. L’occhio elettronico gli dà ragione. Ancora parità (26-26).

Stankovic sbaglia. Altra possibilità per la Sir. La chiude Leon: la Sir in finale!

Dopo una rincorsa è arrivato il secondo set per Perugia, quello che, alla luce del punteggio dell’andata, consente ai Block Devils di staccare il biglietto per la finale.

Il timeout

Si gioca il timeout per cercare una vittoria di prestigio a Modena. Ma sarà comunque Perugia a giocarsi la finalissima a Verona. Contro Civitanova, che ha superato 15-12 Trento nell’altra sfida terminata al golden set.

Girandola di cambi nella quinta frazione. Heynen e Giani danno l’opportunità di fare esperienza.

Perugia si porta subito avanti (1-2) sull’errore di Vettori. Risponde Modena, che va sul +2. IL primo tempo di Ricci vale il pari (4-4).

Perugia trova a scappare e va al cambio di campo sul 5-8. Vantaggio mantenuto sul servizio a rete di Mazzone (6-9).

Modena però non ci sta a perdere davanti al proprio pubblico e passa avanti sul turno di battuta di Porro.

Il break vincente, sul ritorno di Perugia, lo trova Bossi.

Fuori l’attacco di Vernon-Evans (13-11). Che poi viene murato da Mazzone. Modena vuole almeno vincere la partita e tutto sommato merita questa piccola soddisfazione per quanto espresso nelle due partite contro Perugia.

La chiude Modena 15-12. Ma in finale di Supercoppa va la Sir!

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!