SOS Pronto Soccorso, un aiuto per chi soffre di disturbi alimentari e non solo

SOS Pronto Soccorso, un aiuto per chi soffre di disturbi alimentari e non solo

A Spoleto, presso l’Ospedale San Matteo degli Infermi, il servizio gratuito già attivo

share

L’ Associazione Il Girasole opera nel territorio spoletino con lo scopo principale di aiutare le persone affette da problemi dovuti a disturbi alimentari. Presieduta da Gabriella Orazi , Vice Presidente Tilde Fabi , l’Associazione quest’ anno è stata promotrice di diversi progetti.

Dal 18 febbraio ha attivato in collaborazione con a U.S.L., il Comune di Spoleto ed il Cesvol (centro servizi per il volontariato), il servizio gratuito S.O.S. Pronto Soccorso Psicologico (Supporto Orientamento Sostegno) grazie anche al sostegno dell’Istituzione Sociale Mina e Cesare Micheli, presieduta dall’Avv. Valia Fedeli Alianti.

L’idea progettuale, nata dalla dott.ssa Emanuela Bisogni, è quella di creare un sistema di supporto il più adeguato possibile a rispondere alle situazioni di crisi ed emergenza del territorio,  all’interno del Pronto Soccorso dell Ospedale civile San Matteo degli Infermi di Spoleto. 

Il direttore dell’Ospedale Dott. Luca Sapori ed il primario del pronto soccorso, Dott. Gianluca Proietti Silvestri, hanno fin da subito sposato il progetto, condividendo il bisogno di superare l’impasse tra il bisogno dei vari utenti che si recano al pronto soccorso ed un servizio più celere e differenziato che permette al personale del pronto soccorso di fornire una risposta efficace e efficiente, ma sopratutto che prenda in considerazione il benessere totale della persona.  

Questi attori sociali hanno creato una rete sinergica per offrire un servizio al cittadino finalizzato a prevenire e superare il disagio di vivere uno stato di salute mentale, fisica e sociale. Un progetto di avanguardia per nostra città, che offre al cittadino un servizio di eccellenza professionale in forma completamente gratuita.

L’S.O.S. può provenire dal pronto soccorso ospedaliero, ma anche dall’esterno. Lo sportello si trova all’interno dell’ospedale di Spoleto, il servizio telefonico è attivo tre giorni a settimana (3495372115), curato dalla dott.ssa Pamela Anderlini, che si occupa dell’accoglienza nei giorni previsti del lunedì, negli orari dalle 10 alle 12 e dalle 16 alle 18, il mercoledì, dalle 9 alle 11, e il venerdì, dalle 17 alle 19. L’appuntamento telefonico è obbligatorio per accedere al servizio, che poi si articola in massimo tre incontri, dopo di che  la persona verrà inviata dagli psicologi ai servizi del territorio. 

Ad oggi sono trentasei gli accessi al servizio. Le richieste arrivano non solo dagli spoletini ma da diverse parti dell’ Umbria, come Foligno e Gualdo Tadino. Il servizio accoglie molte persone che ricorrono per venire fuori da un disagio generato da diverse problematiche personali o famigliari, in percentuale maggiore tante chiamate effettuate da ragazzi, o minori accompagnati dai genitori. La Dott.ssa Emanuela Bisogni si occupa del Coordinamento tecnico e scientifico del progetto, le altre parti attive del progetto sono: la dott.ssa Paola Quondam Girolamo, la dott.ssa Valentina Schiarelli, la dott.ssa Monica Proietti Picotti, ed il dott. Luca Benedetti.

Il servizio sarà attivo sempre anche nei mesi estivi. 

L obiettivo principale è creare sempre più  una rete con le altre Associazioni , servizi Usl e medici, al fine di far conoscere questo spazio gratuito . 

share

Commenti

Stampa