Sede vigili del fuoco Spoleto, addio al progetto | Al suo posto il polo montessoriano

Sede vigili del fuoco Spoleto, addio al progetto | Al suo posto il polo montessoriano

Al vaglio del consiglio comunale la revoca unilaterale della vendita del terreno al ministero dell’Interno e la sua cessione invece all’Inail

share

Stop ufficiale al progetto della nuova caserma dei vigili del fuoco di Spoleto in via dei Filosofi, con quell’area che sarà destinata invece alla realizzazione del polo montessoriano 0-6 anni. E’ quanto prevede la pratica approvata dalla maggioranza in Terza commissione consiliare, presieduta da Giampaolo Fagotto Fiorentini, ed al vaglio del consiglio comunale nella seduta di giovedì prossimo (27 giugno ore 15).

Dopo lo stop al polo scolastico di San Paolo imposto dalla nuova Amministrazione comunale, era infatti saltato anche quanto era stato previsto per la scuola Montessori destinata a bambini da 0 a 6 anni, ipotizzata all’interno della materna “Prato Fiorito” ed oggetto di un finanziamento di quasi 1 milione di euro da parte del ministero dell’Istruzione e con ente attuatore l’Inail. La Giunta de Augustinis aveva quindi individuato come area per realizzare il polo montessoriano quella dell’ex foro boario in cui era prevista la nuova caserma dei vigili del fuoco.

Per questo, secondo quanto si apprende dalla proposta di deliberazione al vaglio della massima assise cittadina, il 14 agosto scorso, il sindaco de Augustinis aveva scritto al comandante provinciale dei vigili del fuoco segnalando “l’opportunità di analisi in merito alla possibilità di allocare la nuova caserma di Spoleto in un luogo diverso da quello esaminato con la precedente Amministrazione, ritenendo la zona già sovraffollata per la presenza di altre realtà presenti nelle immediate vicinanze (Caserma Carabinieri, Supermercati, Scuola) che già rendevano critica la circolazione in loco“. Quindi il 21 novembre, la Giunta comunale ha deciso di destinare l’area di via dei Filosofi in questione al progetto del polo Montessori, con l’alienazione dell’area all’Inail. Ora, dopo 7 mesi, la pratica sembra concretizzarsi arrivando al vaglio del consiglio comunale.

Con questo atto di consiglio comunale, quindi, si revocerà unilateralmente quanto era stato approvato all’unanimità a gennaio 2018, a pochi giorni dalla morte del sindaco Fabrizio Cardarelli, vale a dire l’alienazione del terreno di via dei Filosofi al ministero dell’Interno per la realizzazione della nuova sede dei vigili del fuoco. Un intervento del valore di circa 3 milioni di euro che era già in fase avanzata e sul quale in questo anno e mezzo si è andati avanti. A gennaio dello scorso anno, infatti, era già in corso la progettazione definitiva, uno degli ultimi step prima della gara e dell’avvio dei lavori.


Vigili del fuoco Spoleto, ecco il progetto per la nuova sede | Video 


Insomma, se il progetto c’è ed ora non sarà più praticabile (l’amministrazione comunale non ha fatto mistero di voler puntare a realizzare la sede dei vigili del fuoco all’interno della caserma dell’Esercito di via Flaminia, anche se si starebbe vagliando pure l’ipotesi piazza d’Armi) viene il dubbio che si possa presentare lo stesso braccio di ferro in corso con il commissario straordinario alla ricostruzione post sisma dopo l’annullamento del polo scolastico per le spese di progettazione.  E cioè che possa venir avviato un contenzioso anche dal ministero dell’Interno per quanto sborsato finora da quest’ultimo per la nuova caserma in via dei Filosofi.

L’atto al vaglio del consiglio comunale, comunque, è focalizzato sulla cessione del terreno all’Inail e sul “polo di infanzia innovativo in grado di accogliere bambini da 0 a 6 anni in un’unica struttura, per lo svolgimento, in modo integrato, di attività tra i bambini di diverse fasce di età”. 

In ottemperanza alle determinazioni assunte dall’Amministrazione Comunale – è scritto nella proposta di deliberazione – con la decisione n. 185 del 21/11/2018: 

  • occorre revocare la deliberazione di Consiglio Comunale n. 2 del 15/01/2018, sopra richiamata, in quanto non più coerente con l’indirizzo politico dell’attuale Amministrazione (né per destinazione dell’area né per soggetto destinatario dell’alienazione)
  • si propone di alienare all’Inail le rate di terreno distinte al Catasto Terreni al Fg. 135 – P.lla n. 2101/Parte della superficie di mq. 3.500 circa e P.lla n. 2102/Parte della superficie di mq. 1400 circa, che necessitano entrambe della redazione del Tipo di frazionamento per l’esatta individuazione delle superfici prima di essere alienate all’Inail”.

La delibera, quindi, stabilisce di revocare la deliberazione del consiglio comunale del 15 gennaio 2018 con oggetto “Alienazione rate di terreno ubicate in Via dei Filosofi per la realizzazione della nuova sede dei Vigili del Fuoco di Spoleto”, di autorizzare l’alienazione all’Inail dell’area in questione, stabilendo il valore di vendita in 270.200 euro e “di comunicare al Ministero dell’Interno – Dipartimento dei Vigili del Fuoco, del Soccorso Pubblico e della Difesa Civile – Direzione Centrale e Direzione Regionale dell’Umbria le decisioni assunte con la presente deliberazione”.

Ora la palla passa al consiglio comunale.

(Nella foto il progetto della caserma dei vigili del fuoco in via dei Filosofi)

share

Commenti

Stampa