Rottweiler avvelenato nel giardino di casa, proprietaria sporge denuncia - Tuttoggi

Rottweiler avvelenato nel giardino di casa, proprietaria sporge denuncia

Davide Baccarini

Rottweiler avvelenato nel giardino di casa, proprietaria sporge denuncia

Lun, 14/02/2022 - 17:26

Condividi su:


Succede (ancora) nel Comune di Gualdo Tadino, indagano carabinieri sulla morte del rottweiler Shira | Non è escluso che un ignoto possa aver gettato boccone killer dentro la proprietà privata

Avvelenamento ai danni di un rottweiler nell’eugubino-gualdese, dove lo scellerato responsabile avrebbe agito addirittura dentro una proprietà privata di Cerqueto (Gualdo Tadino)

La vittima è Shira, una femmina di rottweiler, ricoverata in condizioni disperate una settimana fa e deceduta solo sabato 12 febbraio dopo giorni di agonia.


Bocconi killer, Ares non ce l’ha fatta | Il padrone “Non trovo pace”


Non si sa ancora – sarà ora l’istituto zooprofilattico di Perugia a stabilirlo – quale tipo di veleno abbia ingerito l’animale. L’unica certezza è dove lo abbia fatto, ovvero nel giardino di casa dal quale Shira non usciva mai.

Ovviamente disperata la proprietaria, che ha deciso sporgere denuncia ai carabinieri forestali. Resta vivissima (e alquanto probabile), infatti, l’ipotesi che una persona abbia gettato un cosiddetto boccone killer all’interno dello spazio in cui il rottweiler giocava libero e spensierato.


Torna in libertà giovane lupo avvelenato da bocconi killer


Meno di due mesi fa, sempre nel Comune di Gualdo Tadino, la stessa triste sorte toccò ad Ares, che lungo la Pineta del Soldato aveva ingerito un’esca avvelenata. Un anno fa, sempre in zona, fu addirittura un lupo ad essere ridotto in fin di vita.

Il triste fenomeno dell’avvelenamento degli animali (su tutti quello dei bocconi killer) rimane un grande problema di sanità e incolumità pubblica in quanto, oltre a rappresentare un rischio per gli amici a 4 zampe sia domestici che selvatici, costituisce un grave pericolo per l’ambiente e per l’uomo, in particolare per le categorie più a rischio quali i bambini.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!