Risorse idriche in agricoltura, i nuovi interventi del Consorzio Bonificazione - Tuttoggi

Risorse idriche in agricoltura, i nuovi interventi del Consorzio Bonificazione

Redazione

Risorse idriche in agricoltura, i nuovi interventi del Consorzio Bonificazione

Tre interventi di miglioramento per 650mila euro per la protezione e la gestione a lungo termine delle risorse idriche
Ven, 16/01/2015 - 10:12

Condividi su:


Il Consorzio di Bonificazione Umbria fa il punto sui lavori programmati sulla base del finanziamento della Regione Umbria nell’ambito del Programma di Sviluppo Rurale per l’Umbria 2007/2013.

I progetti sovvenzionati al Consorzio ricadono tutti nella sfera della gestione della risorsa idrica, Asse 1, misura 1.2.5, relativa al miglioramento e allo sviluppo delle infrastrutture, connesse all’adeguamento dell’agricoltura e della silvicoltura e riguardano, nel dettaglio, gli investimenti per la gestione della risorsa idrica.

Il primo progetto prevede interventi di adeguamento e aggiornamento dell’impianto elettrico della Diga sul Torrente Marroggia e l’installazione dei sistemi di sicurezza agli accessi del corpo diga, per un importo complessivo di € 200.000,00. Lo stesso riguarderà nel dettaglio, l’ammodernamento degli impianti esistenti presso la diga in Loc. Arezzo di Spoleto, terminata nei primi anni sessanta e che assolve la duplice funzione di modulazione e regimazione delle piene nonché da serbatoio per l’irrigazione della valle di Spoleto.
Gli impianti elettrici risalgono in parte agli anni di costruzione della struttura con parziali rifacimenti nella zona uffici e nei locali tecnici. Con l’investimento in parola si procederà all’adeguamento normativo e funzionale anche mediante l’installazione di led e apparecchiature che consentiranno un importante risultato nel campo del risparmio energetico.

Il secondo progetto, finanziato sempre con fondi PSR, riguarderà l’ammodernamento dell’impianto di irrigazione della Piana di Trevi e Montefalco – Distretto di Cannaiola, mediante l’installazione di misuratori di portata e l’adeguamento di un tratto della condotta di adduzione principale, per un importo complessivo di € 200.000,00.
L’impianto sul quale si interverrà ricade nella zona della frazione di Cannaiola nel Comune di Trevi, che si estende nel territorio dei comuni di Montefalco e Castel Ritaldi per una superficie catastale complessiva di 767 ettari, interessando circa 400 utenti agricoli. La fonte idrica di approvvigionamento è provvisoriamente il Fiume Clitunno, da cui tramite sollevamento l’acqua viene addotta ad un serbatoio di compenso posto in località Colle Basso di Trevi, con successiva distribuzione in rete. Con i lavori in programma il Consorzio interverrà per l’adeguamento di un tratto della condotta principale e per l’aggiornamento tecnologico della rete secondaria distributrice.
Tale intervento, comunicano dal Consorzio, rientra pienamente nell’ambito del rispetto della Direttiva europea 2000/60/CE (Direttiva Quadro sulle Acque – DQA) che istituisce un quadro per l’azione comunitaria in materia di acque, finalizzata, principalmente al miglioramento dello stato delle acque per assicurare un utilizzo sostenibile basato sulla protezione a lungo termine delle risorse idriche disponibili. I lavori prevedono, infatti, un ammodernamento del sistema di monitoraggio installato immediatamente a valle dei nodi principali e precisamente in corrispondenza dei rami di rete secondaria che alimentano i vari comizi distrettuali. Tra i lavori da effettuarsi sono previste apparecchiature che controlleranno perdite e guasti trasmettendo tutti i dati al Centro Generale di controllo gestito dal Consorzio.
L’ultimo progetto, invece, è finalizzato all’ampliamento dell’impianto di irrigazione della Valle di Spoleto in Loc. Madonna di Lugo e consentirà di recuperare la superficie irrigua perduta a causa della realizzazione della nuova Strada Tre Valli – tratto Eggi-San Sabino. L’importo complessivo per la realizzazione dei lavori è di € 250.000,00.
“Abbiamo elaborato tali progettazioni tenendo ben presente le necessità di opere imponenti come la Diga e i collegati impianti di irrigazione – afferma il Direttore dell’Ente – privilegiando i progetti con maggiore utilità per il comprensorio stesso”.
Gli impianti di irrigazione gestiti del Consorzio servono superfici coltivabili per circa 4500 ettari nei Comuni di Foligno, Spoleto, Montefalco, Trevi e Castel Ritaldi e rappresentano una importante realtà economica per gli agricoltori del territorio.
“La collaborazione con i competenti uffici Regionali dell’Area Operativa Agricoltura – aggiungono dal Consorzio – ci ha consentito di elaborare ed approvare i progetti in brevissimo tempo. I lavori dovranno essere terminati per la fine di marzo 2015″.

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!