Rai parla umbro, Giovanni Parapini neo direttore comunicazione e relazioni internazionali - Tuttoggi

Rai parla umbro, Giovanni Parapini neo direttore comunicazione e relazioni internazionali

Carlo Ceraso

Rai parla umbro, Giovanni Parapini neo direttore comunicazione e relazioni internazionali

Cofondatore del Gruppo Hdrà (con lo spoletino Mauro Luchetti) al vertice di Viale Mazzini | Da Solomeo a Viale Mazzini, passando per Foligno e Spoleto | L’augurio del Sindaco Cardarelli
Mar, 26/01/2016 - 00:07

Condividi su:


Giovanni Parapini è il nuovo Direttore Rai per la comunicazione e le relazioni istituzionali e internazionali: la presidente Monica Maggioni e il direttore generale Antonio Campo Dall’Orto questa mattina hanno ufficializzato l’incarico al manager umbro tra i maggiori esperti in campo europeo di comunicazione integrata e rapporti istituzionali. A lui è stata affidata la nuova super direzione Rai fin qui divisa in due settori seguiti da Costanza Escaplon (comunicazione e relazioni esterne; ha rassegnato le dimissioni nei giorni scorsi) e da Alessandro Picardi (relazioni istituzionali e internazionali), marito del ministro Lorenzin, che risponderà direttamente al neo direttore. L’incarico non è dei più facili visto che il tandem Maggioni – Dall’Orto intende rivoluzionare Viale Mazzini, riportandola ad essere un azienda serena e lontana dai clientelismi della politica, capace di fare davvero servizio pubblico. Il tutto in un momento non certo facile per l’immagine dell’azienda, dopo l’inserimento del canone nella bolletta della luce. Per questo presidente e d.g. hanno deciso di affidarsi ad un esperto ‘esterno’ all’azienda e sconosciuto ai salotti dei parlamentari.

53 anni appena compiuti – è nato a Brescia il 21 dicembre 1962 – Parapini (nella foto in home a sx insieme a Mauro Luchetti) è cresciuto a Perugia dove mantiene la propria residenza a Solomeo, la patria del re del cashmere Brunello Cucinelli. E’ sposato con la nota attrice e artista originaria di Foligno Marianna Masciolini, da cui ha avuto il figlio Arthur. La sua vita professionale lo ha portato in giro per il mondo. A 31 anni sbarca nella city londinese per Mice Group; quattro anni dopo è responsabile della comunicazione di Esprit International. Ma la vera svolta arriva 12 anni fa dall’incontro con Mauro Luchetti insieme al quale fonda Aleteia Communication. Nel giro di 10 anni, siamo nel 2014, il presidente Luchetti e il vice Parapini decidono di riunire le 4 business unit nella holding Hdrà: Aleteia per la comunicazione above the line e belowe the line, Medita per la comunicazione social, Overseas per l’organizzazione di eventi e l’ultima nata, Consenso, per le relazioni istituzionali e media relations. Proprio lo sviluppo di Consenso convince il board ad aprire una sede a Bruxelles, la terza dopo il quartier generale a Roma e la sede operativa a Milano. Tra i loro clienti, affidati agli 80 professionisti che lavorano per il Gruppo, spiccano società del calibro di Eni, Poste, Telecom, Alitalia, Boeing, Philip Morris, Uber, solo per citarne alcuni; per non parlare delle collaborazioni nel settore del cinema al fianco di Medusa, Rai Cinema, Luce Cinecittà, Good films senza escludere la partecipazione al capitale di Mad, la società partenopea che ha realizzato “L’Arte della Felicità”, il lungometraggio pluripremiato anche con l’Oscar europeo per l’animazione. Nel frattempo Parapini viene chiamato a insegnare comunicazione integrata nelle università de La Sapienza e Lumssa di Roma.

Quella con Luchetti non è solo una collaborazione professionale. E’ una amicizia che li porta a condividere progetti che nascono dalle rispettive sensibilità ed esperienze di vita. Il presidente accetta, per fare un esempio, la “causa” di Parapini in favore dell’Ospedale Bambin Gesù; quest’ultimo l’idea di Luchetti di rilanciare l’immagine di Spoleto. Da quattro anni, infatti, Hdrà ha avviato una  collaborazione con il Festival dei 2 Mondi organizzando gli “Incontri di Paolo Mieli”, appuntamento clou per far conoscere alla platea festivaliera i più grandi protagonisti della cultura e della attualità italiana. Di più. Proprio grazie ai rapporti lavorativi con Telecom, il Guppo Hdrà ha convinto lo scorso anno l’a.d. Marco Patuano a realizzare la banda larga che ‘copre’ tutto il centro storico della città umbra. Non è un caso che tra i primi messaggi augurali al neo direttore Rai è arrivato quello del sindaco di Spoleto, Fabrizio Cardarelli. “Ho voluto porgere le mie felicitazioni al professor Parapini – ha detto il primo cittadino a Tuttoggi.info – per il prestigioso incarico ricevuto dai vertici della Rai. Un incarico che sono convinto saprà onorare nel migliore dei modi vista la grande esperienza consolidata negli anni. Per me è stata una nuova occasione per ringraziarlo ancora una volta per l’affetto e la partecipazione con cui ha seguito il nostro Festival, per l’amore dimostrato alla città di Spoleto”. A giorni il Ceo Luchetti dovrebbe comunicare la nuova struttura di Hdrà, ovvero chi sarà chiamato a svolgere il delicato compito svolto sin qui da Parapini che nei giorni scorsi aveva comunicato ai soci l’uscita dal pacchetto azionario. “I rapporti di grande stima e affetto che ci uniscono – ha detto il presidente Luchetti – resteranno immutati; ringrazio Parapini per il prezioso lavoro svolto in questi 12 anni di attività”.

© Riproduzione riservata

Aggiungi un commento

"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Lascia i tuoi dati per essere tra i primi ad avere accesso alla Nuova Versione più Facile da Leggere con Vantaggi e Opportunità esclusivi!

true Cliccando sul pulsante dichiaro implicitamente di avere un’età non inferiore ai 16 anni, nonché di aver letto l’informativa sul trattamento dei dati personali come reperibile alla pagina Policy Privacy di questo sito.
"Innovare
è inventare il domani
con quello che abbiamo oggi"

Grazie per il tuo interesse.
A breve ti invieremo una mail con maggiori informazioni per avere accesso alla nuova versione più facile da leggere con vantaggi e opportunità esclusivi!